Milan-Inter 1-1, le pagelle: Tatarusanu miracoloso, qualità Tonali. Rebic entra e spacca il match

Milan-Inter 1-1, le pagelle: Tatarusanu salva i rossoneri ipnotizzando Lautaro. Tonali e Bennacer che qualità a centrocampo. Ingresso pazzesco di Rebic

Milan-Inter
Milan-Inter (©GettyImages)

Un primo tempo ricco di emozioni va in scena a San Siro. Pronti via e i tifosi rossoneri devono subito levarsi il doloroso dente del gol dell’ex. Kessie indugia su un pallone sanguinoso in area, sgambetta Calhanoglu che poi si presenta sul dischetto e non sbaglia. I rossoneri riescono a pareggiare subito, con un calcio piazzato battuto da Tonali che De Vrij infila nella sua porta al 17′. Passano 10 minuti ed è ancora penalty per i nerazzurri. Ballo Toure abbatte Darmian in scivolata dopo aver perso goffamente il contatto visivo con il pallone. Stavolta è Lautaro che si presenta dagli 11 metri, ma il duello lo vince Tatarusanu.

Secondo tempo di grande tensione e intensità, il Milan rischia di andare sotto e fatica a farsi pericoloso. Gli ultimi 20 minuti però sono a tinte rossonere, e il Milan colpisce anche un clamoroso palo con Saelemaekers all’89’. Finisce in parità derby, il Milan tiene a 7 punti di distacco i cugini e non perde la vetta del campionato.


Leggi anche:


Milan-Inter, le pagelle

Tatarusanu 7 – Inaspettato protagonista della serata, è miracoloso sul secondo rigore interista. La parata sul penalty – angolassimo – di Lautaro è fondamentale e anche bellissima dal punto di vista tecnico.

Calabria 6,5 – Bene su Perisic sulla fascia, il capitano del Milan regge il confronto e si fa vedere spesso in avanti.

Kjaer 6,5 – Sempre in anticipo su Lautaro e Dzeko, ripulisce tutti i palloni alti e aiuta la squadra a rimanere alta con i suoi anticipi a metà campo.

Tomori 6 – Difficile la marcatura su Lautaro, lo soffre un po’ nel secondo tempo ma regala la solita prestazione di efficacia e concentrazione.

Ballo Toure 4,5 – Non è proprio la serata del terzino francese, che in maniera goffa provoca il secondo rigore – poi sbagliato – della serata. Timido anche prima del fallo, l’episodio lo comprometterà per il resto del match (Kalulu 45′ 6: grande doppio salvataggio su Vidal al 70′, salva un gol fatto e cresce nel finale di secondo tempo).

Tonali 6,5 – Sicuro, elegante ma anche concreto. Scende in campo da titolare e fa vedere il perché Pioli lo ha preferito a un ottimo Bennacer. Suo il pallone del pareggio da palla inattiva, dominante a centrocampo con la sua intensità (Bennacer 70′ 6,5: ha ritrovato la condizione ottimale, entra molto bene. Spreca una grande occasione all’82’, tirando alto con il destro)

Kessie 5 – La sua partita comincia con l’ingenuità che costa il rigore dello 0-1. Pesa anche l’errore sulla ribattuta del palo di Saelemaekers.

Brahim Diaz 6,5 – Sembra essere tornato in forma lo spagnolo, che sguscia sotto le gambe degli avversari come prima dell’infortunio. Dinamico e sempre imprevedibile, bene anche sulla fascia (Saelemaekers 6 58′: il belga cresce nel finale, sfortunatissimo sul palo al 89′).

Krunic 6,5 – Come da previsioni della vigilia il suo ruolo è quello di disturbare la prima costruzione interista. Fondamentale la marcatura a uomo su Brozovic, si fa vedere anche in avanti nella zona della trequarti in fase di possesso (Bakayoko 84′ sv).

Leao 6,5 – Punta tutto quello che si muove e arriva tre volte al tiro. Peccato per la ribattuta di sinistro sulla parata di Handanovic, sicuramente uno dei più pericolosi (Rebic 58′ 6,5: entra alla grande il croato, che ridà intensità e pericolosità alle ripartenza del Milan.)

Ibrahimovic 6 – Durante il primo tempo prova a toccare spesso la palla fuori area, ma senza incidere. Importante il suo lavoro di boa per i lanci lunghi dei compagni, cresce nel secondo tempo.