Derby Milan-Inter, Pioli: “Bicchiere mezzo pieno oggi. Rebic importante”

Pioli soddisfatto di prestazione e risultato nel derby Milan-Inter.

Un pareggio positivo per il Milan nel derby contro l’Inter. Un 1-1 che fa più contenti i rossoneri che i nerazzurri, visto che in classifica il Diavolo rimane a +7 punti. Nel finale il rimpianto per un palo di Alexis Saelemaekers.

Pioli Stefano
Stefano Pioli (©LaPresse)

Stefano Pioli al termine del derby di Milano ha così parlato ai microfoni di DAZN: “Bicchiere mezzo pieno stasera. La partita è stata complicata, ma i ragazzi hanno messo in campo una prestazione generosa. Prestazione positiva contro una squadra forte, ma siamo forti anche noi“.

Il mister rossonero è contento di come è cresciuto il Milan rispetto all’ultimo derby di campionato: “C’è differenza di età media tra Inter e Milan. Siamo cresciuti e ora ci giochiamo le partite con più convinzione, forza e qualità. Quando affronti una squadra forte qualche difficoltà ci sta, ma è importante essere squadra sempre“.

Pioli è soddisfatto della prova del suo Milan: “La reazione c’è stata. Siamo andati sotto sul primo rigore quando stavamo gestendo la partita, siamo stati ingenui ma abbiamo mantenuto le nostre idee. Potevamo cercare di più Ibra, comunque siamo stati pericolosi e abbiamo combattuto. Il recupero di Rebic è importante, ha caratteristiche fondamentali per la squadra. C’è bisogno, a Leao abbiamo tirato il collo ed è meno brillante del solito ultimamente perché ha giocato sempre“.

Aveva chiesto coraggio al suo gruppo e c’è stata la risposta stasera: “Sì, i ragazzi hanno avuto coraggio sia in fase difensiva che offensiva. Abbiamo accettato due contro due contro avversari forti. Abbiamo concesso qualche pallone di troppo, un mediano doveva restare indietro. Avevamo voglia di conquistare un risultato positivo. Se solo noi e il Napoli non abbiamo perso, significa qualcosa“.

Quanto è più forte il Milan rispetto a un anno fa? Pioli risponde: “Ho più scelte e sono contento. Siamo ambiziosi, serve un potenziale importante. Mancavano alcuni giocatori anche. Le partite si possono cambiare con le sostituzioni. Alleno calciatori bravi, bisogna mantenere questa disponibilità“.

Ora sosta nazionali, il tecnico rossonero fa anche un appello: “Un paio di giorni rilassati li passerò. Poi non avremo più soste fino al 22 dicembre, giocheremo ogni 2-3 giorni. Adesso serve recuperare energie. Faccio un appello ai miei giocatori che vanno in nazionale di lavorare bene e tornare sani. Lavoriamo bene, c’è sintonia tra tutti“.