Nazionali, il rossonero non convocato: “Ha chiamato m***a la squadra”

Il rossonero, ancora una volta, non è stato convocato in Nazionale. Il CT aspetta le sue scuse prima di concedergli nuovamente fiducia 

Nella lunga lista dei rossoneri partiti per raggiungere le proprie Nazionali, manca ancora Ante Rebic. Il croato, da poco rientrato dall’infortunio alla caviglia, è rimasto a Milanello alla corte di Stefano Pioli. Eppure, è sempre stato un fedelissimo del tecnico della Croazia, Dalic.

Milan
Milan (©LaPresse)

Qualcosa si è rotto durante gli ultimi Europei. Ante Rebic ha avuto un atteggiamento poco corretto con il resto dei compagni in seguito all’eliminazione dalla competizione, e adesso il CT è infuriato con lui. Chiara e netta la punizione: Dalic non ha convocato Ante per gli attuali impegni di qualificazione ai prossimi Mondiali. Una chiamata che manca proprio dall’estate.


Leggi anche:


Si sa, Rebic è un giocatore offensivo fondamentale, sia per il Milan che per la sua Croazia, ma per riconquistare la fiducia del CT dovrà per forza di cose porgere le sue scuse. A riportarlo è sportske novosti, noto quotidiano sportivo in Croazia. Nella conferenza stampa dal ritiro della Nazionale Croata, che ha avuto luogo ieri, ha parlato direttamente Zlatko Dalic.

Il tecnico ha spiegato il motivo dell’esclusione di Ante Rebic dalla sua lista dei convocati. Il croato ha parlato senza peli sulla lingua: “E’ stato lui a chiamare m… la squadra, non io”. Insomma, è ancora grande l’ira di Dalic nei confronti dell’attaccante rossonero. Bisognerà mettere da parte l’orgoglio per non perdere l’importante prestigio che solo il successo in Nazionale può dare.