Kjaer: “Avrei voluto giocare 15 anni nel Milan. Rinnovo? Segnale grande”

Kjaer ribadisce il suo orgoglio nel vestire la maglia del Milan: vuole chiudere la carriera con essa.

Era arrivato in rossonero tra lo scetticismo, ma Simon Kjaer ben presto ha convinto tutti. Si è presto il posto da titolare e non lo ha più mollato. In breve tempo è diventato un leader in campo e nello spogliatoio. Tutti i complimenti sono meritati.

Kjaer Simon
Simon Kjaer, difensore del Milan (©LaPresse)

Recentemente il Milan gli ha prolungato il contratto fino a giugno 2024.  Il 32enne difensore centrale adesso è impegnato con la Danimarca e dal ritiro ha rilasciato dichiarazioni al miele per la sua attuale squadra di club: «Nessun club al mondo avrebbe potuto chiamarmi – ha detto a B.T. – e chiedermi di giocare per loro se ci fosse stata anche l’offerta del Milan. Non cambierei la mia carriera. Anzi, avrei voluto giocare per 15 anni nel Milan. Comunque guardando la mia carriera, ai posti in cui sono stato e alle esperienze fatte, non avrei potuto scriverla in maniera migliore».

Nel 2024 sarà al quinto anno in rossonero e ha ammesso che potrebbe decidere di chiudere la sua carriera proprio con quella maglia: «Sì, la vedo finire al Milan. Il Milan è il posto migliore per me per il ruolo che ho in squadra, il rapporto con l’allenatore e il modo in cui giochiamo. Inoltre, i miei figli e mia moglie vivono bene a Milano».

Per quanto concerne il rinnovo di contratto, Kjaer è entusiasta si aver firmato un biennale e non solo un prolungamento di una stagione: «Il rinnovo dice molto del mio status nella squadra. Il club di solito ha una politica che prevede di non estendere per più di un anno ai giocatori over 30. Io ho prolungato di due e questo è il segnale più grande che la società potesse darmi. Sono felice, non potrei essere in un posto migliore».