Moratti membro del “Sì Meazza”, il sindaco Sala: “Se vuole salvare San Siro, lo compri”

Il sindaco di Milano Giuseppe Sala ha posto ancora l’accento sul vecchio impianto di San Siro che rischia di restare inutilizzato.

Si continua a parlare del futuro stadio di Milan e Inter, un progetto che per entrambe le società milanese sarà cruciale in vista di introiti e programmi che verranno.

Sala Beppe
Giuseppe Sala (©Getty Images)

L’intenzione è quella di costruire un Nuovo San Siro, fruibile tutto l’anno e non solo per il calcio. Un impianto che darebbe nuovi introiti alle due società di Serie A e maggior prestigio anche alla città di Milano. Ma resta ancora il cruccio sulla gestione dell’attuale Giuseppe Meazza in attesa del nuovo progetto.

Il sindaco milanese Giuseppe Sala oggi ha voluto lanciare un appello. A margine di un evento cittadino, ha provato a mettere in ‘all’asta’ lo storico stadio: “Il Comune per il bene pubblico non può permettersi costi per gestire impianti inutilizzati. Quindi faccio un appello per chi vuole bene a San Siro: fatevi avanti, per trovarne un uso, una formula, si facciano avanti e noi siamo disponibili quando sarà il momento a cedere questo bene”.

Sala ha voluto in particolare chiamare in causa un personaggio molto legato al calcio milanese: “Noi saremo felicissimi a trattare con chiunque voglia acquistare San Siro o gestirlo. Penso a Massimo Moratti e alla sua famiglia, ho sentito che è interessato a far parte di questa iniziativa”.