Marelli: “Non mi convince il rigore non dato al Milan”

L’ex arbitro ha commentato l’episodio del calcio di rigore non fischiato ai rossoneri e non solo. Il difensore del Sassuolo aumenta il volume del corpo.

Il Milan ha perso la sua seconda partita consecutiva in campionato battuto a San Siro per 1-3 dal Sassuolo di Alessio Dionisi. Non mancano però discussioni per alcuni episodi arbitrali.

Milan Sassuolo
Milan Sassuolo (©LaPresse)

La direzione di Milan-Sassuolo da parte di Manganiello non è stata priva di critiche. Qualche scelta del direttore di gara ha scatenato infatti varie polemiche, a partire dall’intervento di Giacomo Raspadori nel primo tempo, punito solamente con un cartellino giallo. Gli episodi dubbi non sono però finiti qui. L’ex aribtro Luca Marelli infatti, a Tutti Convocati, ha commentato così l’episodio del possibile calcio di rigore in favore dei rossoneri, non fischiato: “Non mi convince tanto il rigore non dato al Milan sul tiro di Kessie, sia la scelta in campo che il mancato intervento del VAR, perché il difensore del Sassuolo allarga il braccio aumentando il volume del corpo in modo evidente”.


Leggi anche:


Lo stesso Marelli era però del parere che Hernandez meritasse il rosso. Il terzino rossonero si era reso protagonista di un fallo di razione: “Errore di Manganiello non dare rosso a Theo Hernandez per il fallo di reazione nel secondo tempo. Il secondo giallo è automatico per queste spinte”.