Ex Milan – Fassone di nuovo in Serie A: il retroscena

Fassone ha avuto la possibilità di tornare a lavorare nel calcio italiano: spunta un’indiscrezione in merito.

L’esperienza di Marco Fassone da dirigente del Milan non è di quelle da ricordare positivamente. È durata poco più di un anno e ha lasciato in eredità un bilancio in pesante perdita, a causa della dispendiosa campagna acquisti estiva del 2017.

Fassone Marco
Marco Fassone (©LaPresse)

Conclusa l’esperienza da amministratore delegato rossonero, non lo abbiamo più visto impegnato in alcun club. Poche le interviste rilasciate. Per tanto tempo non ci sono state sue notizie su un suo eventuale rientro nel mondo del calcio.

Secondo quanto rivelato in questi giorni dal quotidiano Il Secolo XIX, Fassone è stato intermediario di un’operazione non andata a buon fine a inizio 2020 e che riguardava la cessione della Sampdoria. Lui era il tramite tra Massimo Ferrero e il fondo Arlington.

Il piano prevedeva che la società americana entrasse con un finanziamento in Eleven Finance, azienda della famiglia Ferrero, e nella Sampdoria mettendo alcuni uomini di fiducia nel Consiglio di Amministrazione. Nonostante la due diligence avvenuta, la trattativa non si è poi conclusa. Ci sono state divergenze sulle svalutazioni economiche degli immobili.

Chissà se con l’ingresso di Arlington nella Sampdoria avremmo rivisto Fassone con un ruolo dirigenziale in Serie A. Nell’ottobre 2020 aveva dichiarato di voler tornare a fare il dirigente e una piazza come Genova poteva essere ideale per ripartire, mettendosi alle spalle la breve e non positiva esperienza al Milan.