Milan, Theo Hernandez tiene in ansia Pioli: pronta l’alternativa

Le condizioni del terzino sinistro del Milan mettono in apprensione il tecnico, nel giorno del match contro il temibile Napoli.

Non starà vivendo un momento particolarmente positivo o di forma smagliante. Ma la presenza in campo di Theo Hernandez resta una certezza per il Milan.

Theo Hernandez (©Getty Images)

Il terzino sinistro rossonero è uno dei punti fermi della squadra di Stefano Pioli. Uno di coloro su cui si è basata due anni fa esatti la ripartenza rossonera, dopo il flop di Bergamo e la rinascita dettata dal tecnico emiliano.

Eppure, in vista dell’ultimo scontro diretto dell’anno, Theo rischia di dare forfait. Condizioni di salute non ancora al top per il francese, che anche ieri si è allenato lontano dai compagni.


Leggi anche:


Theo stringerà i denti? Intanto è pronto il sostituto

In pratica, da diversi giorni, Theo Hernandez è alle prese con un’influenza stagionale piuttosto fastidiosa. Il difensore del Milan fortunatamente non ha nulla a che spartire con il contagio da Covid-19 (è già stato positivo in passato), ma la febbre lo accompagna da qualche giorno.

Anche ieri Theo come detto si è allenato a parte, facendo solo lavoro in palestra. A confermare i dubbi sulla sua presenza in campo stasera contro il Napoli c’ha pensato Pioli stesso: “Theo ha una sindrome influenzale, ha lavorato in palestra. Ad oggi più no che si. Parleremo con il ragazzo domani per capire se potrà esserci o meno”.

Stamattina si deciderà dunque, anche se il Milan non vuole rischiare di mandare in campo un calciatore debilitato e non in forma. Ecco perché, come scrive la Gazzetta dello Sport, si scalda il connazionale Fodé Ballo-Touré. Il terzino ex Monaco è l’alternativa diretta a Hernandez e sarebbe lui la scelta per frenare le giocate di Lozano e Politano su quella fascia.

Il franco-senegalese tornerebbe in campo dopo i 26 minuti concessi da Pioli in Milan-Salernitana. Mentre l’ultima volta da titolare risale al derby contro l’Inter dello scorso 7 novembre, dove però fu sostituito a fine primo tempo per le enormi difficoltà emerse nel duello con Darmian.