Primavera, focolaio Covid in casa Milan: rinviata la sfida al Bologna

Anche la Primavera del Milan si ritrova falcidiata dai contagi per Covid-19. La situazione anche nel calcio sta diventando difficile.

Situazione molto complicata in generale per colpa della recrudescenza del virus Covid-19. Aumentano i contagi in Italia e nel resto d’Europa, così come ovviamente nel mondo del calcio.

Giunti
Federico Giunti (©LaPresse)

Anche il Milan ne è vittima in questi giorni, ma in particolare si parla della squadra Primavera. Come segnalato dagli organi di stampa, la formazione del vivaio rossonero conta ben 16 casi positivi.

Un vero e proprio focolaio che spaventa e che, seguendo le norme regolamentari vigenti, ha fatto slittare il match di campionato contro i pari età del Bologna. I ragazzi di mister Giunti non partiranno per la trasferta emiliana.


Leggi anche > Coppa d’Africa, tra oggi e domani la decisione: tutti gli scenari


La squadra di mister Giunti non è la prima a subire così un gran numero di casi di contagio al Covid. Nelle scorse settimane focolaio anche nella Primavera della Fiorentina, riconducibile probabilmente ad una festa in discoteca per celebrare la vittoria della Supercoppa.

Già rinviate diverse gare del campionato giovanile. Un trend tutt’altro che rallegrante, dovuto anche dal fatto che i ragazzi della Primavera sono tutti in età scolastica e nei vari istituti si segnala un incremento dei contagi, a partire da asili ed elementari fino alle scuole superiori.

Difficile capire quando Bologna-Milan si svolgerà regolarmente. Intanto in giornata si effettueranno altri tamponi al gruppo squadra della Primavera rossonera, per valutare il numero preciso di casi e prendere le misure più adatte.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanLive.it (@milanliveit)