Cutrone ritrova il Milan: il precedente che fece arrabbiare i tifosi

Possibile esordio da titolare per Cutrone in Empoli-Milan. Rispolveriamo un particolare precedente dell’attaccante contro i rossoneri…

Oggi ultima giornata di campionato prima della sosta natalizia. Il Milan incontrerà l’Empoli in trasferta, con il solo obiettivo di conquistare i 3 punti. Serve la vittoria per rilanciarsi in campionato dopo gli ultimi risultati negativi, con la sconfitta col Napoli come ultima delusione.

Calabria vs Cutrone
Calabria vs Cutrone (©LaPresse)

Ma l’Empoli non è certo avversario di poco conto. La squadra guidata da Andreazzoli ha dimostrato abbondantemente di potersela giocare contro chiunque, anche con le big. A far da rivale, direttamente dal 1’ minuto, potrebbe esserci Patrick Cutrone, il grande ex della sfida che ha sempre i colori rossoneri nel cuore.

Secondo le fonti più rinomate, Andreazzoli punterebbe su di lui dopo l’ottima entrata in campo contro lo Spezia. Patrick sembra in forma, pronto a lottare per la sua nuova squadra. La grinta, e probabilmente la rabbia, nei confronti del Milan (per averlo ceduto nel 2019) le ha tirate fuori anche in un particolare precedente da rivale dei rossoneri. Correva il 2020 e indossava la maglia viola della Fiorentina.

Quella fu una gara fortunata per lui, ma che scatenò l’ira dei tifosi rossoneri nei suoi confronti.


Leggi anche:


Fiorentina-Milan 1-1, Cutrone nell’occhio del ciclone

Il 22 febbraio 2020, Fiorentina e Milan giocavano la gara di ritorno del campionato di Serie A e Patrick Cutrone sedeva in panchina, almeno inizialmente! I rossoneri andarono in vantaggio grazie al gol di Ante Rebic (anche lui ex della sfida) al 56’. Sembrava ormai fatta per i 3 punti: i rossoneri erano pronti a festeggiare, anche perché la Fiorentina era rimasta in inferiorità numerica dopo l’espulsione di Dalbert al 62’.

Ma nel finale di gara un episodio spense la gioia del Milan. Patrick Cutrone, subentrato intorno al 70’, si procurò un rigore (aggiungeremmo inesistente) per un presunto fallo dell’ex compagno Romagnoli su di lui. L’arbitro della gara decretò il rigore, e in quel momento fu evidente la volontà di Cutrone di battere il penalty. Insomma, una mossa per riscattare il modo in cui era stato scaricato dal Milan.

Alla fine il rigore lo battè Pulgar, segnando quindi il definitivo 1-1 all’85’. Ma l’esultanza di Patrick fu clamorosa. Dopo quella gara, l’ex attaccante rossonero fu preso letteralmente di mira dai tifosi rossoneri, che gli recarono anche offese davvero pesanti. Cutrone ammise nel post gara di aver avuto il desiderio di calciare quel rigore, ma che in caso di gol non avrebbe mai esultato, perchè il Milan è sempre nel suo cuore.

La sua avventura alla Fiorentina, non fortunata, si concluse poi dopo pochi mesi. Ma prima del trasferimento in prestito al Valencia, Cutrone sfidò il Milan un ultima volta, ovvero il 29 novembre 2020: 2-0 per i rossoneri a San Siro. Con l’Empoli sembra star trovando la giusta serenità, sia mentale che fisica. Chissà come sarà per lui stasera incontrare nuovamente il Milan da rivale. Si spera, che non sia protagonista come in quel 22 febbraio 2020.