Milan, su Kessie anche la Juve: dipende da… Rangnick

Il Milan rischia di perdere seriamente Kessie e vederlo giocare per i rivali. Ma c’è un incastro di mercato che sta per scatenarsi.

La situazione di Franck Kessie è da tempo sulla bocca di tutti. Il centrocampista ivoriano del Milan è in scadenza di contratto tra sei mesi e per il momento ha chiuso le porte all’ipotesi rinnovo.

Kessie
Franck Kessie (©LaPresse)

Il classe ’96 diventerà così un vero e proprio pezzo pregiato per molti club internazionali. La possibilità di ingaggiare Kessie a costo zero in vista della prossima stagione fa gola a molti, sia a squadre italiane che estere.

Il Milan rischia però una beffa doppia. Non solo vedrà partire un suo patrimonio a parametro zero, senza alcun ricavo economico. Ma potrebbe persino trovarselo contro in Serie A, come accaduto con Hakan Calhanoglu che ha scelto di firmare con l’Inter.


Leggi anche:


La Juve pensa a Kessie, ma solo ad una condizione

Come sostiene oggi La Repubblica, c’è la concreta possibilità che una rivale diretta del Milan si inserisca nella caccia a Kessie e provi a proporgli un ingaggio importante, come richiesto dallo stesso ivoriano.

La Juventus fa sul serio. La società bianconera, che già segue Alessio Romagnoli (altro elemento in scadenza) è pronta a virare anche su Kessie per migliorare un centrocampo attualmente considerato in difficoltà e senza grande leadership.

Il tutto però dipenderà da un fattore che arriva direttamente da Manchester, sponda United. Il primo obiettivo dei bianconeri per il centrocampo è sempre Paul Pogba, campione francese in scadenza con i Red Devils. La Juve ha già messo in piedi i contatti diretti con l’agente Mino Raiola ed il francese è il preferito della squadra di Allegri.

Kessie Pogba
Franck Kessie e Paul Pogba (©Getty Images)

Ma nelle ultime settimane Ralf Rangnick, neo allenatore dello United, ha iniziato una sorta di opera di convincimento su Pogba, sperando di portare il classe ’93 al rinnovo con il club inglese. Se effettivamente Pogba firmasse il prolungamento, la Juve si dirigerebbe automaticamente su Kessie.

Dunque l’operazione Kessie-Juventus dipende da Rangnick, manager tedesco che nel 2020 fu ad un passo dal diventare tecnico del Milan. In qualche modo i rossoneri stavolta tifano affinché quest’ultimo riesca nel suo intento.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanLive.it (@milanliveit)