ML – Milanello: Ibrahimovic, Leao e Rebic in gruppo

Conferme positive da Milanello dopo l’allenamento che si è svolto oggi in mattinata.

La squadra di Stefano Pioli in questi giorni lavora per prepararsi al meglio alla ripresa della Serie A. Giovedì a San Siro c’è il big match Milan-Roma e c’è tanta voglia di ripartire nel 2022 con una vittoria che sarebbe molto importante.

Ibrahimovic Zlatan
Zlatan Ibrahimovic sorridente a Milanello (foto AC Milan)

Pioli durante la pausa sta recuperando alcuni giocatori che non aveva avuto a disposizione nel finale del 2021. Davide Calabria ormai si è pienamente ripreso dal problema muscolare che lo aveva colpito in Nazionale. E buone notizie stanno arrivando anche da Zlatan Ibrahimovic, Ante Rebic e Rafael Leao.

Stando a quanto appreso da MilanLive.it, i tre attaccanti hanno svolto tutto l’allenamento in gruppo oggi. Un fatto certamente positivo e che conferma che per Milan-Roma di giovedì saranno convocati. Sarà Pioli a decidere chi mandare in campo e chi lasciare in panchina, però è già importante averli tutti a disposizione.


Leggi anche:


Leao e Rebic sono mancati tanto al Milan

Rebic Leao Theo Hernandez
Ante Rebic, Theo Hernandez e Rafael Leao (©LaPresse)

Ci sono state partite nelle quali soprattutto le assenze di Leao e Rebic si sono fatte sentire. Si tratta di due calciatori bravi a saltare l’uomo e a rendersi pericolosi in fase offensiva, pertanto la loro assenza ha pesato a volte. Schierare nello stesso ruolo Rade Krunic è tutta un’altra cosa, anche se il bosniaco ha dato tutto per rendere anche da esterno sinistro offensivo. Ma le sue caratteristiche sono completamente diverse.

Rebic rispetto a Leao va considerato pure come eventuale prima punta, dove ha saputo ben comportarsi in questa stagione. Facendo tanto movimento e dando pochi punti di riferimento, il croato se l’è cavata egregiamente in certe gare. Le prime scelte nella posizione di centravanti sono Ibrahimovic e Giroud, ma l’ex di Fiorentina e Eintracht Francoforte può essere un’opzione se Pioli decidesse di far giocare il Milan in altro modo.