Milan-Roma, cori razzisti ad Ibrahimovic: la decisione del Giudice Sportivo

La società giallorossa è stata sanzionata dal Giudice Sportivo per lo scorretto comportamento dei suoi tifosi durante Milan-Roma.

Durante Milan-Roma se ne sono viste di tutti i colori! Proteste per episodi arbitrali, liti tra i giocatori, ed inevitabilmente…cori razzisti! Come accaduto nella gara d’andata, ad esser preso di mira è stato Zlatan Ibrahimovic! La tifoseria ospite ha accolto in malo modo l’entrata dello svedese in campo.

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (©Getty Images)

Precisamente come all’andata, i supporters giallorossi hanno appellato l’attaccante del Milan “zingaro”. Un comportamento inaccettabile, che lo stesso José Mourinho ha cercato di placare rivolgendosi alla sua tifoseria durante la gara. Zlatan è subentrato a Olivier Giroud al 77’ ed il coro razzista giallorosso non è tardato ad arrivare: “Sei uno zingaro”.


Leggi anche:


Il comportamento è stato punito dal Giudice Sportivo, che ha multato l’AS Roma come responsabile dell’accaduto. Ammonta a 15 mila euro l’ammenda per i cori razzisti della tifoseria giallorossa. La multa totale è però di 25 mila euro, dato che i supporters della Roma hanno rincarato la dose lanciando petardi e altri oggetti nel settore di San Siro occupato dai tifosi milanisti.

Una bella gara sporcata da atteggiamenti che ancora oggi minacciano la bellezza del calcio in Italia.

Questa la nota dell’organo di Giustizia Sporiva:

Ammenda di € 25.000,00: alla Soc. ROMA per avere suoi sostenitori, al 35° del secondo tempo ed al termine della gara, intonato ripetutamente un coro insultante nei confronti di un calciatore della squadra avversaria (€ 15.000,00); per avere inoltre suoi sostenitori, al 36° ed al 43° del secondo tempo, lanciato due petardi ed altri oggetti nel settore occupato dalla tifoseria avversaria (€ 10.000,00); sanzione attenuata ex art. 29, comma 1 lett. b) CGS.