Milan, la battuta di Maignan a Pioli: “Con Botman e Tomori…”

Il retroscena raccontato da Daniele Longo a Milanlive in live sui dialoghi fra i due ex compagni.

A metà febbraio, quando mancano ancora diversi mesi alla fine della stagione, il Milan comincia comunque a ragionare sulla prossima stagione e su come muoversi nel mercato estivo rinforzare ancora di più la rosa a disposizione di Stefano Pioli.

Maignan e Pioli
Maignan e Pioli (©LaPresse)

Non ci sono in programma grandi cessioni per quanto riguarda i rossoneri, nel senso che difficilmente la società avrà degli introiti importanti dai giocatori in partenza. L’unico elemento di primo piano destinato a lasciare Milanello è Franck Kessie, ma l’ivoriano se ne andrà alla fine del contratto e quindi a parametro zero

Per questo motivo Maldini e Massara devono scegliere con attenzione in che ruolo e come destinare il budget a disposizione per la prossima campagna acquisti. Le priorità sono senza dubbio il difensore e il centrocampista e in questo senso i dialoghi con il Lille per Botman e Renato Sanches sono stati confermati da diverse parti. Un’ennesima conferma è arrivata poi direttamente alla nostra redazione.

Nella giornata di ieri infatti è intervenuto a MILANLIVE IN LIVE Daniele Longo. Il giornalista di Calciomercato.com ha fatto il punto sul mercato dei rossoneri e spiegato alcune situazioni in essere ad oggi, sempre considerando che da qui a luglio può cambiare ovviamente molto nei piani del Milan.


Leggi anche:


Botman pressato da Maignan, nessuna trattativa per Belotti

Longo ha raccontato questo retroscena su Botman: “Io so che Maignan ne ha parlato con Botman e ha fatto una battuta con Pioli e gli ha detto: ‘L’anno prossimo con Botman e Tomori vinciamo lo scudetto’. Loro sono molto amici”. Si tratta di un’ulteriore prova di come il difensore olandese sia intrigato dall’idea di iniziare una nuova avventura con la maglia del Diavolo e del pressing che il suo ex compagno sta esercitando per convincerlo.

Longo ha poi parlato delle altre situazioni di mercato, in particolare della questione attaccante: “Negli altri ruoli il Milan dovrà probabilmente cogliere delle occasioni. Difficile arrivare ad un giocatore come Jonathan David, che per meno di 50 milioni non partirà. Lui sembra destinato alla Premier. Per quanto riguarda Belotti il Milan sa che trova un’apertura totale, alle sue condizioni. Lui, tifoso, rossonero, forse aspetta anche una chiamata. Se dovesse andare via Ibra potrebbe essere un’idea ma al momento non risulta nessuna trattativa”.