Testa alla Salernitana: un solo grande dubbio

Dopo due giorni di libertà, ieri il Milan di Stefano Pioli è tornato ad allenarsi a Milanello. La squadra si ritrova oggi per un lavoro al mattino: è dunque cominciata la settimana che porta alla sfida contro la Salernitana.

Un match, apparentemente facile, contro l’ultima in classifica ma che non va sottovalutato. Il cambio in panchina – è stato scelto Nicola al posto di Colantuono – può portare entusiasmo.

Servono i tre punti per mettere pressione all’Inter e per continuare a sognare lo Scudetto. Serve un successo per non gettare via tutto, dopo l’impresa nel derby.

Milan
Milan (©LaPresse)

La settimana, che porta al match di Salerno, in programma sabato sera alle ore 20.45, come detto è cominciata ieri. Il gruppo lavora con estrema serenità e convinzione di poter ancora recitare un ruolo da protagonista nonostante il parere degli esperti.

Un gruppo, che non ha ancora quattro elementi, che lavorano a parte. Oltre a Simon Kjaer, che come è noto ha chiuso anticipatamente la stagione, non hanno lavorato con il resto della squadra – come vi abbiamo raccontato ieri – Zlatan Ibrahimovic, Marko Lazetic e Matteo Gabbia.

Lo svedese ha continuato a lavorare in palestra, confermando quanto detto da Pioli a margine del match contro la Sampdoria. Per rivedere Ibrahimovic in azione bisognerà aspettare ancora un po’. L’obiettivo è esserci contro l’Inter in Coppa Italia ma con Ibra fare previsioni è sempre complicato.

Il giovane centravanti serbo, arrivato lo scorso gennaio, invece, prosegue il suo programma per ritrovare una forma fisica che lo possa mettere al passo con il resto del gruppo. Gabbia ha lavorato sul campo ed è vicino al rientro in gruppo.


Leggi anche:


Le scelte di Pioli

Senza le Coppe europee, per Stefano Pioli è certamente più facile preparare gli impegni di campionato. I dubbi in vista di sabato sono davvero pochi. In difesa si rivede Theo Hernandez, dopo la squalifica: comporrà la linea a quattro di difesa con Romagnoli, Tomori e Davide Calabria, davanti chiaramente a Mike Maignan.

L’attacco sarà guidato da Olivier Giroud e vedrà alle sue spalle, da sinistra verso destra Leao, Brahim Diaz e Junior Messias. Il brasiliano è in vantaggio su Saelemaekers.

L’unico vero dubbio di formazione è legato a Franck Kessie. Il centrocampista continua ad essere al centro di rumors di mercato ma Pioli ha tanta fiducia in lui ma dovrà rendere al massimo per strappare una maglia da titolare. Ismael Bennacer, infatti, sta dimostrando di meritare di giocare al fianco di Sandro Tonali.