Messias: “Dobbiamo ripartire subito. Ibra ci sostiene da fuori”

Al termine di Salernitana-Milan l’ex Crotone, autore del gol dello 0-1, ha parlato ai microfoni di Dazn 

All’Arechi con la Salernitana arriva un pareggio molto deludente per il Milan che perde una grande occasione per allungare in classifica e domani può perdere la vetta.

Junior Messias
Junior Messias (©LaPresse)

Tanti errori per la squadra di Stefano Pioli durante i novanta minuti ma di fronte i rossoneri hanno trovato forse la migliore Salernitana della stagione, con l’arrivo di Davide Nicola sulla panchina dei campani. Un 2-2 che lascia l’amaro in bocca anche a Junior Messias, autore del gol del momentaneo vantaggio.

Queste le parole del brasiliano ai microfoni di Dazn:“Abbiamo approcciato bene la partita, sapevamo che non era facile contro una squadra che ha cambiato allenatore da poco. Noi però dovevamo fare quello che avevamo preparato. Oggi in parte lo abbiamo fatto però ci è mancata un po’ di lucidità nella giocata finale. Non è stato semplice inserirmi: mi sto inserendo ma ho ancora ho tanto da lavorare. Avrei potuto fare meglio se non ci fossero stati gli infortuni o se magari avessi fatto subito la preparazione con il Milan. Adesso mi sto riprendendo bene e sto lavorando, cerco sempre di dare il massimo per la squadra”.


Leggi anche:


Messias ha poi aggiunto: “Sicuramente siamo un po’ delusi perché sono punti che lasciamo per strada. Quanto sei in vetta alla classifica devi portare a casa anche queste partite sporche. Però c’è da ripartire subito, giochiamo già venerdì e ci aspetta un mese impegnativo, quindi dobbiamo avere la testa giusta. Ibra? Lui è sempre con noi, anche nello spogliatoio. Lui cerca sempre di caricarci e di dire le cose nella maniera giusta”.