Milan, lo sfogo di Maldini: “Il VAR usato così fa male. Basta arbitri esordienti”

Paolo Maldini ha parlato al termine di un deludente Milan-Udinese. Il direttore tecnico rossonero ha avuto uno sfogo adeguato in merito al gol irregolare dell’Udinese…

Altro pareggio, altra delusione. Stasera il Milan aveva un solo obiettivo: i 3 punti. Ma ancora una volta sono venute fuori debolezze e paure nella squadra rossonera. Solo 1-1 la gara terminata tra Milan e Udinese, con i bianconeri che hanno trovato il pareggio attraverso una netta ingiustizia arbitrale.

Paolo Maldini
Paolo Maldini (©LaPresse)

Destiny Udogie, autore dell’1-1, ha messo dentro la palla di mano. Immagini chiare quelle della moviola. Non trovare la vittoria in questo modo fa ancora più male, e lo sa bene Paolo Maldini, che ha parlato al termine della gara ai microfoni di Milan TV. Il Direttore Tecnico è stato chiaro: “Il Milan ha giocato male”. Ma non ha potuto nascondere l’amarezza per il torto arbitrale, anzi.

Maldini ha avuto un sfogo legittimo dopo la partita. Di seguito i temi e le risposte date da Paolo Maldini a Milan TV:


Leggi anche:


Altra prestazione deludente della squadra: “Io partirei dalla nostra prestazione. Siamo ancora in testa, i nostri difetti sono venuti fuori. Siamo in un momento di poca brillantezza. Siamo andati in vantaggio a Salerno e oggi e poi ci siamo fatti recuperare. Questa è l’analisi tecnica da fare”.

Sul gol di mano di Udogie: “Abbiamo uno strumento che dovrebbe togliere il dubbio e usato così fa male perché non è la prima volta. E’ talmente evidente che è solo questione di stare attenti, di capire il gioco del calcio. Chi decide deve capire di calcio e gli arbitri sono preposti per queste valutazioni”.

Sull’inadeguatezza dell’arbitro: “Poi un’altra cosa, e parlerò con di dovere: il Milan è in testa alla classifica e non può avere sempre un esordiente a San Siro. La pressione è tanta, le partite sono difficili e per loro all’esordio è difficile. Tutti noi abbiamo fatto degli esordi e queste situazioni le gestisce sempre chi ha esperienza. Non si è mai giocato. Chi è all’esordio ha più difficoltà”.

Sul prossimo impegno in Coppa Italia: “Ci prepareremo per giocare la Coppa Italia come merita. E’ una semifinale contro l’Inter, è fondamentale, vogliamo avvicinarci e a vincere finalmente un titolo”.