Inter, la UEFA apre procedimento per violazione del Fair Play Finanziario

Il club Inter è sotto la lente d’ingrandimento della UEFA. L’organo del calcio europeo ha aperto un procedimento nei confronti della società per violazione del FFP

Non buone notizie per l’Inter. Difatti, come comunicato dal club stesso, la UEFA ha aperto il 14 febbraio scorso un procedimento disciplinare per la violazione dei termini del Fair Play Finanziario nei confronti dei nerazzurri. Nel dettaglio, l’Inter ha accumulato un significativo disavanzo di pareggio per il periodo di monitoraggio che copre i periodi di rendicontazione 2018, 2019, 2020 e 2021.

Dirigenza Inter
Dirigenza Inter (©LaPresse)

L’indagine della UEFA ha avuto inizio nel novembre 2021, e un mese dopo ha comunicato al club nerazzurro che la revisione effettuata dalla Prima Sezione del CFCB non soddisfava i requisiti di pareggio nel bilancio stabiliti. All’Inter è stato così chiesto di presentare tutti i documenti informativi per attuare ulteriori accertamenti. Questi sono stati forniti da Marotta e Antonello nel gennaio 2022. Ma appunto, sono stati evidenziati dei sostanziali squilibri nei bilanci degli ultimi quattro anni.


Leggi anche:


Ecco che l’UEFA ha deciso di aprire un procedimento disciplinare il 14 febbraio, in conformità con quanto stabilito dall’Articolo 12 (1) delle regole procedurali che disciplinano il controllo finanziario dei club facenti parti dell’Organo UEFA, ovvero il CFCB (Club Financial Control Body) – Edizione 2021. Secondo quanto definito dal procedimento della UEFA, si è aperto uno scenario ben chiaro per l’Inter.

Nel dettaglio, è stato nominato un membro relatore che si è occupato di accertare i fatti e raccogliere tutte le prove pertinenti, e il club nerazzurro dovrà a breve presentarsi ad un’audizione dinnanzi alla Prima Sezione del CFCB (marzo 2022) a Nyon  una volta che il membro segnalante avrà emesso tutte le dovute conclusioni sul caso. La data dell’audizione è ancora da stabilirsi.

L’UEFA, in base a quanto raccolto, potrebbe quindi imporre delle sanzioni al club Inter a causa del mancato rispetto delle regole di break-even. La ha società ha sforato dal 2018 al 2021 le regole dello scostamento del debito imposte dai vecchi regolamenti della Uefa, e ciò potrebbe portare a delle sostanziali conseguenze.