Milan, la curiosa statistica contro l’Inter: non succedeva dal derby di Champions del 2003

Spunta una statistica in comune tra il derby di ieri di Coppa Italia e quello storico del 2003, in semifinale di Champions League.

Un paio di episodi da moviola da rivedere, ma tutto sommato Milan-Inter di ieri sera a San Siro è risultato un derby corretto, senza nervosismi o situazioni particolarmente agitate.

Barella e Bennacer
Barella e Bennacer (©LaPresse)

La sfida tra rossoneri e nerazzurri è terminata in parità, con uno 0-0 che rimanda ogni decisione alla partita di ritorno che si giocherà ad aprile. Quando l’Inter sarà padrone di casa ed il Milan cercherà di sfruttare la regola ancora vigente sui gol in trasferta che valgono doppio.

Un match come detto molto corretto e senza casi particolari e discussioni. Non a caso la squadra di Pioli ha terminato l’incontro senza subire neanche un cartellino giallo. Una vera rarità, sapendo come nei derby la tensione di solito è alle stelle e fioccano ammonizioni o espulsioni.

Neanche un cartellino per il Milan. Proprio come nella storica semifinale

Questo dato lascia automaticamente spazio ad una statistica, svelata ieri nel post-partita di San Siro dal giornalista Giuseppe Pastore. Quest’ultimo, esperto in numeri, precedenti ed aneddoti calcistici, ha trovato una similitudine evidente tra il derby di ieri ed un’altra stracittadina storica.

L’ultima volta che il Milan aveva concluso un derby contro l’Inter senza ammoniti risale al 7 maggio 2003. Si trattava sempre di una semifinale, ma di ben altra caratura: l’andata della doppia sfida di Champions League tra rossoneri e nerazzurri, conclusasi anche in quell’occasione sul punteggio di 0-0.

 

Particolare il fatto che in quel precedente di circa 19 anni fa, un derby emozionante e molto sentito, il Milan riuscì a giocare una gara correttissima, evitando ogni tipo di sanzione disciplinare dall’arbitro russo Ivanov.

Una similitudine che fa ben sperare i tifosi rossoneri. Indimenticabile come in quella doppia semifinale di Champions il Milan ebbe la meglio grazie al gol in ‘trasferta’ segnato da Shevchenko nell’1-1 del match di ritorno. Chissà che anche gli uomini di Pioli non possano superare l’Inter ed accedere alla finale di Coppa Italia in un modo simile.