Agnelli sulla Superlega: “Nessun fallimento, c’è ancora un accordo vincolante”

Andrea Agnelli, presidente della Juventus, torna a parlare della annosa questione Superlega e di ciò che servirà per cambiarla.

In questi giorni si sta tornando a parlare con una certa insistenza di Superlega. Il progetto che meno di un anno fa sembrava poter rivoluzionare il calcio internazionale.

agnelli
Andrea Agnelli (©LaPresse)

L’idea di lanciare un torneo calcistico europeo, al di fuori dai vincoli UEFA, con le squadre più rinomate del continente è però fallito. Soltanto Juventus, Real Madrid e Barcellona sembrano ancorate a questa ipotesi, che potrebbe tornare di moda a breve.

In tal senso si segnala la presenza di Andrea Agnelli al Financial Times Forum di Londra. Il presidente della Juve è stato imbeccato proprio sul progetto Superlega: “Perché ha fallito? No, non ha affatto fallito. La Superlega è un collettivo sottoscritto da 12 società, con 120 pagine di contratto firmate e vincolanti per 11 di queste squadre”.

Agnelli si è poi permesso di scherzare: “Rilancio della Superlega? Non dico nulla. Posso solo dirvi che su questo foglio che ho qui vi sono scritte le squadre che vi faranno parte!”. Il presidente bianconero ha poi riso con i presenti, confermando la vena ironica.

Sullo scioglimento della UEFA: “Io sono per un organismo dalla gestione trasparente. Sosterrò una governance che abbia questo pregio prima di tutto. Ora attendiamo che il Consiglio di Giustizia Europeo ci dica se l’attuale organismo sia effettivamente idoneo per lo scopo a cui lavora”.