Spalletti, uno spauracchio per il Milan e Pioli: i precedenti

Spalletti non è mai stato un avversario facile per la squadra rossonera e lo stesso Pioli: i numeri parlano chiaro.

Domenica sera allo stadio Diego Armando Maradona andrà in scena lo scontro diretto tra Napoli e Milan. Le due squadre sono insieme in testa alla classifica della Serie A ed entrambe ci tengono a vincere il match.

Luciano Spalletti
Luciano Spalletti (©LaPresse)

I ragazzi di Stefano Pioli nelle ultime due giornate di campionato hanno deluso, pareggiando prima contro la Salernitana e poi contro l’Udinese. Nel derby di Coppa Italia contro l’Inter hanno messo in campo una buonissima prestazione, però c’è stata un’incredibile imprecisione in fase offensiva e il risultato finale è stato di 0-0.

La squadra di Luciano Spalletti non ha avuto alcuna partita infrasettimanale, dunque arriva più riposata al big match. Nell’ultimo turno di Serie A ha vinto contro la Lazio e può essere galvanizzata essendosi ripresa la vetta della classifica. Inoltre, il supporto dei tifosi sulle tribune può essere un fattore a favore domenica sera.

Milan e Pioli: i precedenti con Spalletti “preoccupano”

Ci si aspetta una bella partita allo stadio Diego Armando Maradona, sia il Napoli che il Milan possiedono giocatori di qualità e un buon gioco. I tifosi non si dovrebbero annoiare nell’arco dei 90 minuti più recupero, anche se a volte in queste sfide può subentrare un po’ di pressione e anche di paura di perdere.

Pioli Spalletti
Luciano Spalletti e Stefano Pioli (©LaPresse)

Guardando i numeri, si può dire che Spalletti parta come favorito su Pioli. Infatti, negli 11 precedenti in cui si sono trovati contro non c’è mai stata una vittoria dell’attuale allenatore rossonero: 8 successi del tecnico di Certaldo e 3 pareggi. L’ultima vittoria è del girone d’andata, l’1-0 della formazione campana a San Siro con gol di Eljif Elmas.

Pioli ha sicuramente voglia di riscatto e ce l’ha anche il Milan, che nella sfida casalinga si è sentito danneggiato dall’annullamento della rete di Franck Kessie per fuorigioco di Olivier Giroud. Decisivo l’intervento del VAR, dato che l’arbitro aveva concesso il gol inizialmente.

A proposito del Milan, i 35 precedenti con Spalletti testimoniano che l’allenatore del Napoli è un osso duro: 17 le sue vittorie, 7 i pareggi e 11 i successi del Diavolo. Spalletti ha vinto le ultime tre partite contro i rossoneri, che hanno vinto l’ultima volta il 27 dicembre 2017 nei Quarti di Coppa Italia quando Patrick Cutrone fece gol all’Inter nei tempi supplementari.

In Serie A il Milan non batte Spalletti addirittura dal 14 maggio 2006, quando lui allenava la Roma e finì KO per 2-1 a San Siro. Era l’ultima giornata di campionato, a segnare per la squadra di Carlo Ancelotti furono Ricardo Kakà e Marcio Amoroso. Nei giallorossi andò in rete Philippe Mexes.

In mezzo c’è stata un’altra sconfitta del tecnico toscano nella sfida di Champions League del 3 ottobre 2012 tra il suo Zenit San Pietroburgo e la squadra allenata allora da Massimiliano Allegri. I rossoneri ebbero la meglio per 3-2. Segnarono Urby Emanuelson, Stephan El Shaarawy e Tomas Hubocan (autorete).

Il Milan non ha precedenti incoraggianti con Spalletti, però questi numeri contano poco domenica allo stadio Diego Armando Maradona. Il Napoli va battuto.