Milan, Pioli: “Vincerà chi difenderà meglio. Il Derby ci ha dato energie”

Le dichiarazioni dell’allenatore rossonero alla vigilia della sfida scudetto contro il Napoli di Spalletti.

Domani sera al Diego Armando Maradona il Milan si gioca una fetta importante del proprio campionato. Napoli-Milan chiude la 28sima giornata di Serie A e può stabilire chi sarà in testa alla fine di questo turno.

Pioli
Stefano Pioli in conferenza stampa (©LaPresse)

Ieri l’Inter ha battuto agevolmente la Salernitana ed è tornata al comando della classifica, ma i rossoneri hanno la possibilità di effettuare il controsorpasso con una vittoria. Stessa situazione per i partenopei che hanno gli stessi punti del Diavolo (57) e la stessa voglia di tornare a guidare il campionato. Ci sono ancora alcuni dubbi di formazione per il Milan, soprattutto sulla trequarti.

Alcuni di questi potrebbe scioglierli Stefano Pioli nella conferenza stampa in programma alle 14:30. Il tecnico chiarirà ovviamente anche situazioni legate ad altri temi. Seguite con noi il LIVE della conferenza stampa del mister!

 

Le parole di Pioli in vista di Napoli-Milan

Sulla cornice del Maradona

“C’è tutto dentro la partita, anche l’ambiente. Credo che lo spettacolo sarà bellissimo e stimolante, per i giocatori del Napoli, ma anche per noi”.

Su Ibrahimovic

“Ibra sta meglio, si è allenato in gruppo sia ieri che oggi. Probabilmente ci sarà domani”.

Partita decisiva?

“Siamo lì a lottarci i primi cinque posti del campionato che stabiliranno chi vincerà e chi andrà in Champions. Da qui in avanti ogni partita sarà un crocevia. Giochiamo contro la squadra che ha fatto più punti dalla pausa. Si affrontano due squadre di qualità”.

Quanto influirà il derby di martedì?

“Niente, anzi sono convinto che il derby ci ha dato qualche energia”.

Che ti aspetti dal Napoli?

“Il Napoli è sicuramente una grande squadra, allenata benissimo da Spalletti. Però non esistono squadre perfette. Abbiamo preparato la partita per sfruttare i loro punti deboli”.

Lei non ha mai battuto Spalletti

“Speriamo che prima o poi accadrà. Il Napoli è la miglior difesa del campionato. E’ molto compatta, è brava sia a palleggiare che ad attaccare la profondità. Credo che chi difenderà meglio avrà più possibilità di successo”.

Il Milan ha più punti di tutte negli scontri diretti

“E’ un segnale della nostra competitività. Siamo consapevoli del nostro modo di giocare e quello che abbiamo fatto negli scontri diretti lo dimostra”.

Hai sciolto i dubbi di formazione?

“Sì”.

Leao-Osimhen

“Credo che siamo due giocatori determinanti per le loro squadre ma con caratteristiche diverse. Osimhen è più centravanti. Hanno tutti e due le capacità per superare l’uomo ed essere imprevedibili ed efficaci. Noi puntiamo moltissimo sul momento di Leao”.

Rimpianto per i punti persi con la Salernitana?

Da qui al 22 maggio mancano 33 punti e sarà una grandissima altalena. Noi vogliamo lottare fino alla fine per le posizioni di vertice.

Su Rebic

“Sta meglio, sta tornando nella sua condizione migliore. Deve sfruttare al meglio le sue capacità. Io devo schierare quella che penso sia la miglior formazione possibile ma anche i cambi possono essere decisivi perché ormai tante partite si decidono nei minuti finali”.

Sul duello Tomori-Osimhen

“La squadra che vince più duelli ha più possibilità. E’ chiaro che gli infortuni influenzano le prestazioni, ma sulle qualità di Tomori non ho dubbi”.

Il Milan è la squadra che crossa di più ma con pochi risultati

“Sul dato influisce la nostra costruzione. Non siamo una squadra votata per andare sul fondo e crossare, ma quando accade dobbiamo essere più cinici. Tante volte preferiamo giocare dentro piuttosto che fuori: il top sarebbe partire larghi e poi accentrarsi”.

Come giocherà il Napoli?

“Alle tre fa la conferenza Luciano, la domanda andrebbe fatta a lui. Non sappiamo se farà un pressing offensivo o più basso. Noi dobbiamo essere preparati a tutte le situazioni e adattarci in base alla loro interpretazione. Dobbiamo essere lucidi”.

Su Bennacer

“Bennacer ha le qualità per essere un centrocampista completo. Sicuramente l’eliminazione con l’Algeria è stata una delusione per lui ma Isma ha una grande personalità e farà di tutto per migliorare ancora”.

Su Fabian Ruiz

“Mi piacciono i miei calciatori e sono concentrato su di loro. Con il Napoli sono sempre state partite molto difficili, ognuno metterà in campo le proprie caratteristiche”.

Il Napoli sfrutta bene le fasce

“Non solo le fasce, ma anche al centro con Osimhen. Dovremo essere aggressivi con Osimhen e quando non esserlo. Dobbiamo essere compatti e i difensori non devono farsi prendere alle spalle”.

Perché tentennanti dopo il vantaggio con Salernitana e Udinese?

“E’ stato un errore, dobbiamo avere continuità per 95 minuti per poter vincere le partite”

Napoli con la difesa alta?

“Lo spero”.