Napoli-Milan, Pioli lancia segnali | Linea tracciata sul mercato

Stefano Pioli e il suo Milan ieri sono riusciti a battere il Napoli. Un match che ha visto i rossoneri cambiare volto. Il messaggio mandato dal tecnico appare evidente

Il problema trequartista non è stato risolto. Dopo l’addio di Hakan Calhanoglu, il Milan ha deciso di affidarsi al solo Brahim Diaz. L’ottimo inizio dello spagnolo aveva fatto pensare che fosse davvero la scelta giusto.

Dopo aver preso il Covid, però, l’ex Real Madrid ha faticato pesantemente a dare il suo apporto. Ieri è partito ancora una volta dalla panchina: contro l’Inter, in campionato, era stato tra quelli che erano riusciti a dare la scossa.

Stefano Pioli
Stefano Pioli (©LaPresse)

Contro il Napoli, Pioli ha preferito tenerlo in panchina, anche per via di un’interpretazione diversa degli schemi in campo. Ieri, al Maradona, per lunghi tratti, si è visto un Milan, schierato con il 4-3-3, con Bennacer e Kessie a fare da mezzali, poi è toccato a Rade Krunic, svolgere bene questo ruolo.

E’ evidente che il Milan, con i profili giusti possa iniziare a puntare con forza anche su questo modulo. I giocatori in arrivo in estate sono molto portati ad interpretare il ruolo di mezzala: da Pobega, che sembra sempre più destinato a rimanere in rosa, a Yacine Adli, che se con caratteristiche diverse.

E’ il profilo perfetto per il ‘piolismo’ e per interpretare questo ruolo anche il primo obiettivo per il centrocampo, Renato Sanches, un ‘tuttocampista’ di corsa e qualità.

Il colpo che serve

La partita di ieri ha dato indicazioni importanti dunque sul mercato e ci ha fatto capire, ancora una volta, che il ruolo da rinforzare assolutamente, è quello dell’attaccante esterno di destra. Messias e Saelemaekers hanno dato il massimo ma spesso è venuta a mancare un pizzico di qualità – basta vedere il gol sbagliato dal belga o alcune giocate non precise del brasiliano- e il loro livello, purtroppo, non è paragonabile a quello di Rafael Leao sulla sinistra.

Ecco perché Domenico Berardi, o un calciatore dalle sue caratteristiche, sarebbe perfetto per il gioco del Milan. Ai rossoneri servono gol e assist dalla destra, per dare respiro alle giocate di Theo Hernandez e del portoghese.