Chelsea, mercato bloccato: dal Milan una possibile soluzione

Il quotidiano inglese spiega che i Blues potrebbero essere costretti a questa soluzione per far fronte al problema del blocco del mercato.

Il conflitto tra Russia e Ucraina sta influendo anche sul mondo del calcio, nella fattispecie sul Chelsea e sul suo proprietario Roman Abramovich. Le sanzioni imposte dal governo britannico hanno ostacolato i piani del patron russo.

Chelsea
Chelsea (©LaPresse)

Il mercato dei Blues è stato infatti completamente bloccato e il club si trova ora nella situazione di non poter sottoscrivere nuovi contratti. Questo significa quindi che non è possibile per loro né acquistare nuovi giocatori, ma neanche rinnovare quelli già in rosa. Il Sun ha speigato la situazione, proponendo una soluzione al problema. Il quotidiano inglese spiega che una delle soluzioni per il club londinese potrebbe essere quella di riportare a casa alcuni dei tanti giocatori che sono stati lasciati in prestito in giro per l’Europa.

Tra questi, uno degli elementi più affidabili potrebbe essere Tiemouè Bakayoko, che in estate ha fatto ritorno al Milan, firmando per un prestito biennale con diritto di riscatto a 20 milioni. Una cifra che i rossoneri non hanno intenzione di spendere, anche perché il centrocampista francese non gioca ormai da ben 7 partite e non rappresenta una valida alternativa nelle rotazioni di Pioli in mezzo al campo.

Tra gli altri giocatori in prestito, il Chelsea ha il terzino Rahman Baba al Reading, il centrocampista Conor Gallagher al Crystal Palace, il centravanti belga Batshuayi che ora è in Turchia al Besiktas, e l’azzurro Emerson Palmieri al Lione. Parliamo di giocatori comunque che il club non riteneva idonei al progetto in passato e che difficilmente potrebbero ritagliarsi un ruolo da protagonisti nel Chelsea campione d’Europa e del Mondo, come di fatto lo stesso Bakayoko. La scelta però a questo punto potrebbe davvero essere forzata, perché non si sa per quanto tempo il problema potrebbe persistere.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanLive.it (@milanliveit)