Milan, Gazidis a Nyon per incontrare l’Uefa: la situazione

L’amministratore delegato del Milan vola in Svizzera per un incontro importante con il massimo organismo calcistico d’Europa.

Nelle scorse settimane l’Uefa è tornata a farsi sentire con alcuni club italiani. Il motivo? Sempre legato al temuto Fair Play Finanziario ed al controllo su conti e bilanci societari.

gazidis
Ivan Gazidis (©LaPresse)

Negli ultimi tempi, visto l’impatto pesante della pandemia da Covid-19 sul calcio, l’organismo calcistico europeo è stato meno pressante sui controlli e sulle sanzioni. Ma ora è tempo di nuove valutazioni generali.

Il Milan è tra i club di Serie A osservati da molto vicino. I conti della società di via Aldo Rossi non sono ancora completamente a posto. Per questo motivo è previsto un incontro importante nelle prossime ore.

Domani l’audizione per il Milan: filtra ottimismo

In tal senso, la Gazzetta dello Sport ha rivelato che già oggi l’amministratore delegato Ivan Gazidis partirà alla volta della Svizzera, in particolare di Nyon, sede e quartier generale dell’Uefa.

Il dirigente sudafricano, ormai ripresosi dopo le forti cure estive, sarà accompagnato da Giorgio Furiani, portfolio manager del fondo Elliott e consigliere d’amministrazione del Milan. Una delle figure più esimie ed ascoltate all’interno del club. Già oggi i due manager parteciperanno ad un meeting generale organizzato dall’Uefa, alla presenza di tutti i rappresentanti dei club coinvolti con il Fair Play Finanziario e dunque a rischio sanatorio.

Più rilevante la giornata di domani. Ovvero quando andrà in scena l’audizione del Milan di fronte all’Organo di Controllo Finanziario dei club europei. Il Milan dovrà spiegare le ragioni per cui il proprio bilancio è ancora in passivo e valutare passo passo i movimenti effettuati durante l’ultimo triennio.

Le decisioni dell’Uefa in merito ad eventuali sanzioni non arriveranno subito, bensì passeranno diverse settimane prima dell’atteso riscontro con tanto di verdetto. Ma filtra già ottimismo in casa Milan: a Nyon infatti appaiono piuttosto soddisfatti di come si sia mosso Gazidis in questi anni.

Non a caso il Milan, tra le squadre italiane di vertice, è quella che ha avuto il rendimento finanziario più virtuoso. È riuscito ad abbassare le perdite ed aumentare i ricavi grazie alla strategia di Gazidis stesso ed alle tante sponsorship siglate. Non a caso il passivo è calato fino a -90 milioni di euro e si conta di ridurlo ancor di più al termine dell’esercizio 2021-2022.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanLive.it (@milanliveit)