Milan-Empoli, le pagelle della Gazzetta: super Maignan, Messias non incide

I voti e le pagelle assegnate dalla Gazzetta dello Sport al Milan dopo la vittoria di misura sull’Empoli, maturata ieri sera.

Non sarà stata una vittoria brillante, scintillante, dalle emozioni forti. Ma il Milan ha portato a casa i 3 punti e questo è l’importante in un momento così fondamentale della stagione.

Maignan e Tomori
Mike Maignan e Tomori (©LaPresse)

L’1-0 sull’Empoli firmato dal gol di Kalulu e dalle parate di Maignan vale tantissimo. Sia per la classifica, che vede i rossoneri tentare una mini fuga sui rivali diretti. Sia per il morale, perché una vittoria così parla di una squadra che sa vincere con concretezza e cattiveria, allontanando gli spettri delle rimonte subite.

Come di consueto la Gazzetta dello Sport ha pubblicato voti e pagelle dei calciatori del Milan, scesi in campo ieri a San Siro. Molti promossi e qualche bocciato nei giudizi del quotidiano sportivo.

I migliori in casa Milan

Proprio il tandem francese già citato si gode la palma del migliore in campo. Voto 7 per Mike Maignan e per Pierre Kalulu, entrambi protagonisti assoluti. Il portiere disinnesca le pericolosità dell’Empoli (gran parata su Luperto) e dà segni di sicurezza totale. Il difensore si traveste da bomber e gioca la solita gara tutta fisicità e senso tattico.

Mike Maignan
Mike Maignan (©LaPresse)

Molto positivo anche il resto della difesa. Voto 6,5 per Tomori, sempre concentrato e mai sotto pressione. Così come un ottimo Alessandro Florenzi, ordinato e ottimo nelle giocate di qualità. Ottimo l’ingresso anche di Saelemaekers: poco brillante in zona-gol, ma letteralmente decisivo nei ripiegamenti difensivi.

Sufficienza piena per la maggior parte dei milanisti. Voto 6 per Calabria, che fa il suo senza esagerazioni e nessun guizzo degno di nota. Idem per i mediani Tonali e Bennacer, autori di un ottimo primo tempo ma di una ripresa sotto tono. Idem per Rafael Leao, che per una sera non si esibisce in colpi pazzeschi, ma si limita al controllo delle giocate.

6 in pagella pure per Giroud, in una serata senza guizzi e poca pericolosità offensiva. Anche Brahim Diaz, subentrato nella ripresa, non va oltre la sufficienza, anche se è abile a cambiare i ritmi nelle ripartenze.

Le insufficienze di Milan-Empoli

Soltanto due calciatori rossoneri scendono sotto la sufficienza. Voto 5,5 per Franck Kessie, che continua col suo momento altalenante e poco lucido. Si vede più in marcatura su Asslani che in altre giocate più tipiche del suo repertorio. Fischi al momento dell’uscita.

Stesso punteggio assegnato a Junior Messias, nel complesso il meno brillante del Milan. Il brasiliano si accende a tratti e non dona quell’imprevedibilità sulla fascia che gli si richiede. Poco e nulla.