Milan, il dato è incredibile: si è aggiunto anche Kalulu

Il Milan non ha bomber solitari o pochi realizzatori. La squadra di Pioli è in grado di mandare in rete praticamente tutta la rosa.

Una squadra cinica, compatta, con tante frecce al proprio arco. Il Milan visto nelle ultime settimane, soprattutto dopo le vittorie di misura su Napoli ed Empoli, è formazione di tutto rispetto.

Florenzi e Kalulu
Florenzi e Kalulu (©LaPresse)

La squadra di Stefano Pioli gioca meno bene ed in maniera poco scintillante forse, ma certamente ha dimostrato concretezza e cinismo in un momento caldissimo della stagione, non a caso prendendosi il primo posto in classifica.

Una delle caratteristiche che vengono maggiormente fuori in questo periodo è la capacità di mandare a segno tutti. La rosa milanista non ha bomber solitari o goleador su cui si basa la finalizzazione offensiva. Moltissimi membri della rosa sono già andati in gol, ed il dato continua a crescere.

Milan a quota 16, solo l’Atalanta ha fatto meglio

La rete di Pierre Kalulu contro l’Empoli di sabato sera, determinante per il successo rossonero di misura, ha di fatto portato in gol l’ennesimo calciatore diverso della Serie A 2021-2022. Primo gol stagionale per il francese, che diventa così il 16° marcatore milanista differente.

Un dato incredibile, che denota lo spirito corale e di gruppo della squadra di Stefano Pioli. Non vi sono solisti, neanche in fase realizzativa, bensì tanti calciatori che possono essere determinanti e messi in condizione di far bene in entrambe le fasi.

16 goleador diversi finora, un dato che può essere ancora migliorato. Infatti esclusi i portieri, il Milan non ha mandato a segno soltanto 5 calciatori della prima squadra: ovvero Ballo Tourè, Bakayoko, Gabbia, Krunic e Castillejo. Anche se lo spagnolo ha causato contro il Verona un’autorete che ha il sapore di un gol quasi tutto suo.

I migliori marcatori del campionato rossonero sono tre. Ibrahimovic, Leao e Giroud tutti a quota 8 reti ciascuno. Segue Kessie con 5 reti (nonostante stia disputando una stagione meno brillante) ed a quota 4 gol Theo Hernandez e Messias. Il fatto che il Milan di Pioli sia una cooperativa del gol è sottolineato dai 16 marcatori diversi totalizzati anche nella scorsa stagione. Nel 2020-2021 mancarono all’appello due calciatori come Bennacer e Tonali, che invece in questa stagione si sono già sbloccati.

Nella Serie A in corso però non è ancora un dato record. Meglio del Milan ha fatto soltanto l’Atalanta di Gasperini, storicamente squadra che manda in gol chiunque, dai difensori centrali fino alle prime punte. Sono 17 i marcatori diversi in stagione della formazione nerazzurra.