Milan, perché puntare su Pobega: un aspetto può convincere Pioli

Il Milan dovrebbe puntare su Pobega? Il centrocampista è cresciuto molto con Juric e c’è un motivo che potrebbe spingere Pioli a tenerlo in rosa

Tutto il Milan è al lavoro per un unico obiettivo: lo Scudetto. Da ieri sera la squadra di Stefano Pioli è finalmente diventata padrona del proprio destino. Il punto strappato dall’Inter al Torino è comunque una buona notizia per i rossoneri. Che adesso sono a +4 dai nerazzurri e quindi restano avanti nonostante la partita in meno da giocare contro il Bologna. Il Napoli però resta in scia: per Spalletti pesante vittoria contro il Verona, resta a 3 punti dal Milan.

Pobega
Tommaso Pobega (©LaPresse)

In attesa di capire come finirà questo incredibile campionato, la società sta già programmando la prossima stagione. Servirà una squadra di altissimo livello per provare ad andare più avanti in Champions League. A proposito, con il pareggio dell’Atalanta contro il Genoa, i rossoneri hanno praticamente messo in cassaforte la qualificazione per il secondo anno di fila al più importante torneo europeo. Quest’anno il Milan è uscito subito e da ultimo in classifica. Il prossimo passo per alzare il livello è fare un cammino più importante anche in quella competizione. Ecco perché servirà una rosa all’altezza, il giusto mix fra giovani di talento e giocatori di esperienza.

La crescita di Pobega per completare il centrocampo del Milan

Un primo acquisto è cosa certa: Adli è stato acquistato dal Milan l’estate scorsa dal Bordeaux per 8 milioni più 2 di bonus. Chiaramente sarà uno dei rinforzi per la squadra di Pioli per il prossimo anno ma c’è anche un altro giocatore in prestito che può diventare determinante. Parliamo ovviamente di Tommaso Pobega, che ieri ha fatto una gran partita contro l’Inter con il suo Torino. Nel finale ha pure rischiato di segnare il raddoppio, tant’è che è uscito dal campo un po’ deluso perché poi Sanchez, nei minuti finali, ha pareggiato. In ogni caso il centrocampista sta dimostrando di poter essere un buon elemento per i rossoneri, soprattutto per un motivo.

Pobega con Ivan Juric ha fatto un percorso di crescita importante, sia sul piano tecnico che tattico. L’allenatore croato lo ha utilizzato nei due di centrocampo da mediano ma anche nei due trequartisti dietro la punta nel 3-4-2-1. L’ex Primavera ha quindi mostrato una grande applicazione, intelligenza e duttilità. E questo è un motivo molto importante che lo rende appetibile per il Milan di Pioli. I rossoneri, nel corso dell’anno, hanno mostrato di saper giocare in modi diversi, a seconda dell’avversario, del modo di impostare e di pressare.

A Napoli abbiamo visto il centrocampo a 3, mentre con l’Empoli è tornato il trequartista. Insomma, un centrocampo che cambia spesso a seconda anche degli interpreti. Se Adli può aumentare il livello di qualità della rosa, Pobega diventa fondamentale per le soluzioni di gioco che offre. Un altro aspetto da considerare è la sua importanza per la lista UEFA del prossimo anno: un elemento da non sottovalutare nelle valutazioni che farà il club.