Al Milan lo consideravano un fenomeno: “Non ho ancora trovato la strada”

Il giovane trequartista con un passato in rossonero ha rilasciato una lunga intervista dove spiega cosa gli manca

Una vecchia conoscenza del Milan è tornato a parlare ufficialmente. Quello che veniva definito un enfant prodige ai tempi in cui militava nelle giovanili rossonere, ad oggi non è ancora riuscito ad imporsi nel calcio che conta.

Milan allenamento
Milan allenamento (©LaPresse)

Stiamo parlando del classe ’98 Hachim Mastour, che con il Diavolo non è mai riuscito ad esordire. Il giovane non è ancora riuscito a trovare la giusta dimensione in cui esprimere il grande talento che aveva fatto vedere in giovanissima età con la maglia del Diavolo. Dopo un paio di esperienze in prestito il Milan lo cedette a titolo definitivo in Grecia al Lamia, ma il trequartista non ha avuto fortuna. In questa stagione ha iniziato in Serie B con la Reggina ma non è riuscito a trovare spazio e attualmente è svincolato

In una lunga intervista a Pianetaserieb.com l’ex rossonero ha parlato del trasferimento saltato qualche tempo fa al Foggia e della sua carriera in generale. Queste le sue parole: “Ero arrivato in città da meno di 5 ore e purtroppo non credo sia stato tutelato nella maniera corretta. Mi sono allenato 4 giorni con loro ma non credo ci fossero le basi per iniziare questo percorso insieme per cui abbiamo deciso di chiudere tutto”

Mastour ha poi aggiunto: “Ho avuto richieste da squadre italiane ed estere. Semplicemente non ho ancora trovato il percorso che rappresenti il giusto step di crescita per la mia carriera. Non so cosa mi riserverà il futuro. Oggi siamo qui, domani non lo sa nessuno. Sono orgoglioso della persona che sono e lascio le cose nelle mani di Dio”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanLive.it (@milanliveit)