Milan, Pioli: “Maignan mi ha parlato di insulti razzisti. Dobbiamo chiudere le partite”

Le parole del tecnico rossonero, dopo la trasferta di Cagliari. Una vittoria pesantissima del Milan grazie al gol di Ismael Bennacer

Vittoria di vitale importanza dei rossoneri che allungano ancora sull’Inter e tornano in vetta da soli. 0-1 in casa del Cagliari e altri tre punti in cassaforte, terza vittoria di misura consecutiva: non accadeva dal 2008. La cosa più importante questa sera però era dare l’ennesimo segnale forte a tutto il campionato.

Stefano Pioli dopo Cagliari-Milan
Stefano Pioli dopo Cagliari-Milan (©LaPresse)

Un Milan sciupone, ma forte, molto forte, espugna Cagliari al termine di una gara che poteva tranquillamente finire 3-0 per i rossoneri e che invece la squadra di Pioli ha tenuto in bilico sino all’ultimo minuto. Addirittura sarebbe potuta arrivare una beffa clamorosa negli ultimi minuti con la traversa colpita dai padroni di casa con Pavoletti. Pioli ha parlato al termine della gara ai microfoni di Sky Sport.

Le parole del mister: “Vittoria importante, tutte le partite rappresentano un crocevia difficile. La squadra mi è piaciuta, abbiamo giocato con intensità. Un avversario che ci ha creato difficoltà ma era inevitabile. La strada migliore sarebbe quella di chiudere prima le partite, la squadra sta lavorando tantissimo senza palla con sacrificio. Stiamo facendo ottime cose, ci sono quattro squadre che possono vincere lo Scudetto. Scaramanzia? Son cose da giornalisti, mancano ancora tante partite, inutile parlare di quello che sarà alla fine”.

La soddisfazione di Pioli al termine della gara

Sulla posizione centrale dei due terzini: “Ho la fortuna di avere due giocatori come Calabria ed Hernandez che sono molto intelligenti. Leggono bene gli spazi, oggi potevamo avere possibilità dentro il campo. Abbiamo mosso palla molto velocemente, quando hai giocatori disponibili al sacrificio è tutto più facile. C’è sicuramente tanto merito dei giocatori, ora dobbiamo continuare a fare sempre meglio perché stiamo facendo una buona stagione ma è ancora lunga”.

“Nelle ultime partite ci era mancato il fatto di provare a trovare altri gol dopo averla sbloccata. Stasera il gruppo mi è piaciuto tantissimo, ciò che conta è avere una mentalità ben precisa senza pensare al risultato. Abbiamo avuto rispetto per gli avversari e le lezioni avute nelle ultime giornate ci hanno aiutato. Siamo votati all’attacco, creiamo sempre pericoli e questo ci porta anche a difendere meglio. Ai miei giocatori piace fare questo tipo di calcio”.

“Si può fare molto per migliorare la freddezza sotto porta. Possiamo allenare qualità e determinazione, dobbiamo essere più pronti e più attenti. Quando c’è la possibilità bisogna chiudere le partite, non sarebbe stato giusto il pareggio per quello visto in campo. Insulti a Maignan? Mike mi ha confermato che erano di matrice razzista. Mi dispiace molto di questo”