Berardi, il retroscena sul Milan | Ora è cambiato tutto

Conferme sull’interesse da parte del Milan per il giocatore italiano. Lo vuole Pioli ma vale davvero investire su di lui? Il punto della situazione

Brucia ancora tantissimo il ko dell’Italia contro la Macedonia del Nord. Gli azzurri non prenderanno parte ai prossimi Mondiali, dopo essere diventati campioni d’Europa.

Ieri, a Palermo, la squadra non è riuscita ad andare a segno, nonostante tantissimi tentativi. Hanno deluso davvero tutti: dal portiere fino a Ciro Immobile, chiunque ha fatto male, offrendo una prestazione negativa.

Domenico Berardi
Domenico Berardi (©LaPresse)

Uno dei pochi a salvarsi è stato Alessandro Florenzi ma ovviamente non è bastato. Malissimo ha fatto l’estremo difensore così come gli attaccanti che non sono stati capaci di fare un gol.

Uno degli osservati speciali della serata di ieri da parte del popolo rossonero era sicuramente Domenico Berardi.

In questi giorni si sta facendo un gran parlare dell’esterno d’attacco del Sassuolo. I suoi numeri sono da vero campione. Il classe 1994 ha raggiunto per l’ennesimo anno la doppia cifra. A otto giornate dalla conclusione del campionato sono 14 i goal, così come gli assist realizzati.

Da molti è ritenuto il profilo ideale per il Milan di Stefano Pioli. Lo sarebbe anche per lo stesso tecnico rossonero. Lo ha confermato Paolo Condò a Sky Sport: “Pioli la scorsa estate aveva chiesto Berardi come rinforzo al Milan, il sondaggio c’è stato, ma sono stati ritenuti troppi i soldi chiesti dal Sassuolo”.

Dubbi rossoneri

La valutazione fatta dai neroverdi è il vero grande problema. Troppi i 30 milioni di euro richiesti per un calciatore che il prossimo 1 agosto compirà 28 anni.

Un dubbio, non da poco, poi, è legato al fatto che Domenico Berardi non si è mai confrontato in palcoscenici internazionali. Non è mai uscito dalla sua comfort zone, chiamata Sassuolo.

Ieri, tutti, come detto, hanno osservato la sua prestazione. E’ venuto a mancare il carattere. La convinzione mostrata con la maglia del Sassuolo non c’è stata: il gol sbagliato pesa più dell’errore tra i pali del classe 1999.

Un errore, quello di Berardi, che ha portato tanti tifosi a chiedersi se davvero valga la pena investire su di lui. Se Berardi ha fallito l’appuntamento contro la Macedonia del Nord, potrà mai reggere la pressione che un club come il Milan ha ogni partita? Le sue qualità tecniche non sono in discussione ma non sempre bastano