Da Madrid a Milano: incontro per il super colpo

Incontro con il Real Madrid: lui è già sbarcato a Milano. I tifosi del Milan sognano il grande colpo: ecco la possibile trattativa con i Blancos

Le immagini della sua vacanza a Milano, insieme all compagna, hanno fatto il giro del mondo. Immagini che inevitabilmente hanno fatto sognare i tifosi del Milan: stiamo parlato della foto con alle spalle il Duomo di Milano di Marco Asensio e Sandra Garal.

Real Madrid
Real Madrid (©LaPresse)

Il calciatore classe 1996 è stato così accostato al club rossonero da più fonti. Il contratto in scadenza fra meno di un anno e mezzo, il prossimo 30 giugno 2023, ha spinto molti a pensare che questi possano essere davvero le ultime settimane dello spagnolo con la maglia del Real Madrid.

Marco Asensio rappresenterebbe, per caratteristiche tecniche, il profilo perfetto per il Milan di Stefano Pioli. Non è un segreto che il Diavolo cerchi un esterno di destra, che possa far fare il salto di qualità alla squadra, in quel ruolo. Asensio gioca prevalentemente proprio lì ma può agire anche a sinistra e al centro.

E’ un giocatore di grande qualità e di esperienza. Ha soli 26 anni, compiuti lo scorso 21 gennaio, è un vincente. Elementi questi che chiaramente fanno gola al Milan.

Il Diavolo nelle prossime settimane sarà chiamato ad incontrare il Real Madrid per capire se si potrà ottenere uno sconto per il riscatto di Brahim Diaz, fissato a 22 milioni di euro. La stagione non proprio esaltante spingerà i rossoneri a fare un tentativo.

Inevitabilmente si chiederanno informazioni anche sui calciatori che non rientrano nei piani del club. In Spagna hanno rilanciato le ipotesi Jovic e Hazard.

Idee diverse

Tuttosport, in edicola stamani, sostiene che l’idea che potrebbe stuzzicare la fantasia di Maldini è quella che porterebbe a Marco Asensio. E’ evidente che andranno capite le intenzioni del calciatore, che vorrà firmare un contratto importante.

Attualmente percepisce sui 5,5 milioni di euro netti a stagione. Una cifra importante che sarebbe però possibile grazie al Decreto Crescita. Andrà capito, inoltre, quanto il Real Madrid deciderà di chiedere per il suo cartellino.

Asensio non è certo un titolarissimo dei blancos e in estate le cose potrebbero complicarsi maggiormente ma i numeri sono comunque dalla sua parte: in trentatré presenze stagionali, per un totale di 1652 minuti giocati, è andato a segno ben dieci volte, e realizzato un assist