Milan, l’affare è ormai fatto: “Scambio di documenti in corso”

Arrivano conferme su un’operazione di calciomercato che il Milan sembra vicino a concludere.

Nell’ambiente rossonero sono tutti concentrati sulla corsa Scudetto, ma la dirigenza lavora anche in vista della prossima campagna acquisti. Paolo Maldini e Frederic Massara vorrebbero chiudere anticipatamente alcuni colpi.

Paolo Maldini
Paolo Maldini, direttore tecnico del Milan (©LaPresse)

Da settimane si parla dei contatti per Sven Botman e Renato Sanches, stelle del Lille che andrebbero a sostituire Alessio Romagnoli e Franck Kessie. Entrambi piacciono moltissimo al Milan, che li ha messi in alto nella lista dei possibili rinforzi estivi.

Per acquistare entrambi servono almeno 50 milioni di euro totali, un investimento complessivo decisamente oneroso. Da non sottovalutare la concorrenza, soprattutto quella di società della Premier League. Anche se Botman e Sanches hanno fatto trapelare gradimento per un eventuale trasferimento a Milano, non hanno scartato altre opzioni.

Mercato Milan, Maldini e Massara chiudono un affare

Tra le trattative che il Milan ha in corso c’è quella per Divock Origi. L’attaccante classe 1995 ha un contratto in scadenza a giugno 2022 e può lasciare il Liverpool a parametro zero. Si tratta di un’occasione di mercato molto interessante e la dirigenza rossonera ha avviato già i contatti con l’entourage per provare a raggiungere un accordo.

Origi non è esattamente un bomber, ma sa fare gol pesanti e potrebbe tornare utile a Stefano Pioli con le sue caratteristiche. È un centravanti veloce e dotato fisicamente, in Serie A non dovrebbe faticare ad ambientarsi.

Divock Origi
Divock Origi (©LaPresse)

Stando a quanto riportato dal giornalista Stefano Donati a Top Calcio 24, l’operazione sarebbe ormai fatta: “Per Origi al Milan siamo allo scambio dei documenti. L’accordo è stato raggiunto per un contratto quadriennale da 4 milioni di euro più bonus. Arriverà a parametro zero, è stato preferito a Belotti. Probabile la conferma di Ibrahimovic, oltre a quella scontata di Giroud”.

Donati si è anche espresso su altro nome accostato spesso al Milan, ovvero Domenico Berardi: “Alle cifre che chiede il Sassuolo, cioè 30 milioni, non si fa. Il club rossonero ne offre circa 15 con una contropartita tecnica. A Pioli il giocatore piace tanto”.

L’affare Berardi è decisamente complicato, dato che il Sassuolo ha fissato un prezzo abbastanza elevato per il proprio gioiello. A Stefano Pioli farebbe comodo un nuovo esterno destro, però bisognerà vedere se verrà fatto uno sforzo economico per il calciatore calabrese.