Milan, quanto vale vincere lo Scudetto: una cifra altissima

I conti del bilancio rossonero migliorano e conquistare lo Scudetto porterebbe ulteriori ricavi: l’analisi della Gazzetta.

Nella giornata di ieri c’è stata una riunione del Consiglio di Amministrazione del Milan e sono emersi dati positivi sul primo semestre dell’esercizio 2021/2022. I ricavi sono aumentati del 40% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Maldini Pioli Massara
Frederic Massara, Stefano Pioli e Paolo Maldini (©LaPresse)

La società rossonera è fiduciosa di riuscire a chiudere il bilancio con una perdita molto inferiore rispetto all’ultima da 90 milioni di euro. L’obiettivo è di arrivare a circa -50. La partecipazione alla Champions League, il taglio di alcuni costi e l’ottimo lavoro fatto per aumentare il fatturato commerciale sta producendo risultati.

Il Milan ha intrapreso un giusto percorso dal punto di vista finanziario, trainato dai migliorati risultati sportivi ovviamente. Si sa che quasi sempre i due ambiti vanno di pari passo. E soprattutto in Italia, dove gli stadi di proprietà sono pochi e gli incassi dai diritti TV sono inferiori rispetto ad altri campionati esteri, è vitale essere in Champions per programmare meglio il futuro. Il Diavolo è tornato nella massima competizione UEFA e non vuole più mancare la qualificazione.

Milan, i ricavi in caso di vittoria dello Scudetto

Oggi La Gazzetta dello Sport spiega che l’eventuale vittoria dello Scudetto darebbe ulteriore impulso al fatturato del Milan. Arrivare primi in classifica in Serie A permette un guadagno aggiuntivo in termini di incassi da diritti TV, che la Lega divide così: 50% in parti uguali, 30% in base ai risultati sportivi e 20% legata ad audience e spettatori allo stadio.

Per quanto concerne la seconda voce, il 12% è calcolato sui risultati dell’ultimo campionato. Chi vince lo Scudetto porta a casa circa 20 milioni. A questi vanno aggiunti 3 milioni dalla partecipazione alla Supercoppa Italiana.

Inoltre, partecipare alla prossima Champions League da campione d’Italia consentirebbe al Milan di arrotondare i premi UEFA legati al market pool, ossia il valore dei diritti TV sul mercato italiano. Il 50% di tale importo viene diviso tra i quattro club che partecipano alla competizione in base ai risultati del campionato precedente: 40% al primo classificato, 30% al secondo, 20% al terzo e 10% al quarto.

La Gazzetta dello Sport ipotizza una “torta” da 20 milioni da spartire e la vincente dello Scudetto si prenderebbe così 8 milioni. Essere costantemente in Champions League aiuterebbe anche la società rossonera a migliorare il proprio ranking e ciò permetterebbe pure di migliorare gli incassi alla voce “risultati storici”.

Prendere parte alla massima competizione UEFA per club consente un ricavo di 15,64 milioni. Nella fase a girono ogni vittoria viene premiata con 2,8 milioni, mentre i pareggi valgono 930 mila euro. Qualificarsi agli Ottavi vale 9,6 milioni, ai quarti 10,6, in semifinale 12,5  e in finale 15,5. Chi vince la Champions League si prende altri 4,5 milioni.

La partecipazione del Milan all’edizione 2021/2022, terminata nella fase a gironi, dovrebbe portare in cassa tra i 40 e i 45 milioni di euro. La Gazzetta dello Sport scrive che partecipandovi da campione d’Italia e ipotizzando l’accesso agli Ottavi si può salire di 20-25 milioni nella prossima stagione.

Vincere lo Scudetto ha chiaramente un impatto positivo anche sugli sponsor, ne attira di nuovi e fa scattare dei bonus su quelli esistenti. Senza dimenticare che le condizioni economiche con alcuni partner possono essere rinegoziate ed è quello che il Milan vuole fare sia con Emirates che con Puma per aumentare i ricavi.

Inoltre, da considerare che la Lega Serie A permette anche l’esposizione di un quarto marchio sulla maglia. La Gazzetta dello Sport ritiene che il Diavolo possa avere una crescita tra i 10 e i 15 milioni dalle sponsorizzazioni. Il quotidiano sportivo nazionale stima che la vittoria dello Scudetto possa valere quasi 90 milioni nella prossima stagione.