Kjaer, un fioretto per il rientro in campo: è pronto a cambiare look

Le ultime sulle condizioni di Simon Kjaer, difensore del Milan che si è gravemente infortunato a dicembre scorso al ginocchio.

Il 1 dicembre 2021 è una data che purtroppo difficilmente scorderà. Simon Kjaer in quel giorno, durante il match Genoa-Milan, ha subito forse l’infortunio più grave della sua carriera calcistica.

kjaer
Simon Kjaer (©LaPresse)

Il difensore danese si è procurato la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio. Una pessima notizia per lui e per il Milan, che di fatto ha perduto uno dei suoi leader e veterani per tutto il resto della stagione 2021-2022.

Kjaer è dunque ai box e ne avrà ancora per molto. Impossibile rivederlo a disposizione entro questo campionato, ma lo si attende nei mesi estivi. Nel frattempo, come scritto da Tuttosport, il centrale scandinavo ha deciso di fare un fioretto in attesa del proprio rientro in campo. Kjaer non taglierà barba e capelli finché non sarà dichiarato nuovamente a disposizione del Milan, ovvero quando lo staff medico che lo segue lo riterrà pronto a giocare di nuovo.

Kjaer, i tempi di recupero: tutto procede regolarmente

Un look da vero e proprio vichingo dunque per Simon Kjaer. La sua appartenenza nordica, i colori chiarissimi di pelle e capelli ed ora anche questo fioretto che lo trasformerà in un’icona scandinava.

Sfida personale per Kjaer, che ovviamente gioca sui tempi di recupero e su quanto ancora gli manca per poter tornare in campo. Il quasi 33enne difensore è ancora considerato centrale nei piani del Milan, soprattutto per la leadership in campo e fuori. Il suo arrivo, assieme a quello di Ibrahimovic, nel gennaio 2020 ha letteralmente cambiato la mentalità della squadra di Pioli.

I tempi di recupero sembrano confermati, almeno secondo gli ultimi controlli effettuati dal difensore classe ’89. L’ottimismo intanto lo aiuta, come dichiarato di recente: “Presto il mio ginocchio mi permetterà di fare tutto. Sto crescendo fisicamente, allenando tutte le altre parti del mio corpo. Sono certo che tornerò ancora più forte di prima. Questa situazione la vedo come un’opportunità per migliorarmi dal punto di vista fisico”.

Il Milan lo aspetta, così come anche la sua Nazionale. Quest’anno la Danimarca affronterà i Mondiali di Qatar 2022 come una delle migliori outsider, dopo le semifinali di EURO 2020 raggiunte la scorsa estate. Il girone con Francia, Tunisia ed una fra Australia, Perù ed Emirati Arabi sembra alla portata. Soprattutto se a guidare la difesa tornerà in piena forma il Kjaer che tutti conosciamo, quello che sa trascinare e stimolare i compagni più giovani.