Era stato proposto al Milan, ora se lo gode Conte: “Davvero forte”

L’ambientamento in Premier League è stato straordinario: per i rossoneri può essere un rimpianto

A gennaio il Milan si è guardato un po’ attorno per rinforzare la rosa, soprattutto per quanto riguarda la difesa. Alla fine si è però deciso, in accordo con il mister Pioli, di mantenere tutto praticamente invariato e di investire in estate.

Antonio Conte
Antonio Conte (©LaPresse)

La dirigenza ha messo a segno solo l’acquisto di Marko Lazetic, un colpo per il futuro, fiduciosa degli elementi già presenti in rosa per terminare al meglio questa stagione. In difesa l’infortunio di Kjaer aveva portato Maldini e Massara a sondare diversi profili per il reparto arretrato, ma l’affidabilità mostrata da Kalulu e Gabbia ha permesso ai rossoneri di non intervenire.

Eppure alcune possibilità erano state vagliate dalla dirigenza, non solo per il difensore centrale. Si valutavano anche dei nomi per la trequarti, soprattutto in casa do uscita di Samu Castillejo, con lo spagnolo che però alla fine è rimasto a Milanello, nonostante qualche interesse dalla Liga.

Un nome che era circolato era quello di Dejan Kulusevski. Il 21enne svedese non si era ambientato nel mondo Juve e i bianconeri erano disposti a privarsene (e così alla fine è stato). Il Milan aveva sondato il terreno ma le richieste della Vecchia Signora sono state considerate troppo alte. L’ex Parma è approdato quindi al Tottenham insieme a Bentancur e in questi mesi è tornato l’ottimo giocatore che si era potuto ammirare in Emilia.

Conte ha elogiato Kulusevki: “Lo volevo anche all’Inter”

Antonio Conte, molto soddisfatto del suo rendimento, ne ha parlato in questi termini dopo la sua ottima prova nel successo per 5-1 degli Spurs sul Newcastle: “Quando allenavo l’Inter ho provato a prenderlo, ma la Juventus si è mossa prima. Parliamo di un giocatore che ha solo 21-22 anni. Kulusevski deve continuare a giocare così, è forte fisicamente ed è bravo tecnicamente. Penso che per il Tottenham sia un grande acquisto per il presente e per il futuro, parliamo di uno davvero forte“.

Un occasione persa forse per i rossoneri, che avrebbero dovuto fare un esborso non indifferente per lui, ma che con grande probabilità avrebbe fruttato alla grande. In estate il Diavolo cercherà un altro fantasista da affidare a Stefano Pioli.