Ibrahimovic, testa a testa con Medel: l’intervento del medico negli spogliatoi

Brutta botta subita ieri da Zlatan Ibrahimovic nel finale di Milan-Bologna. Un colpo che si è rivelato più serio del previsto.

Nonostante il suo ingresso in campo di gran carattere e spessore, il Milan non è riuscito a battere il Bologna. Neanche nei concitati minuti finali del posticipo di San Siro.

Ibra
Zlatan Ibrahimovic (©LaPresse)

Non è bastato Zlatan Ibrahimovic in campo negli ultimi 15-20 minuti della sfida contro la squadra dell’amico Mihajlovic. Lo svedese, entrato con tanta voglia di fare e di risultare decisivo, non ha donato quei guizzi e quelle giocate in più che in molti si aspettavano.

Serata sfortunata anche per Ibra, visto che all’80’ minuto di gioco ha preso un brutto colpo in uno scontro aereo con Gary Medel. Brutta capocciata tra i due rivali, con l’ex interista che ha avuto la peggio ed è stato costretto ad uscire dal campo, sostituito con Bonifazi.

Brutto colpo per Ibra, ma lo svedese è già al meglio

Niente a che vedere con Ibrahimovic, che invece ha proseguito la sua gara come se non fosse successo nulla. O quanto meno non ha risentito troppo del colpo e dell’enorma fasciatura imposta sulla fronte negli ultimi minuti.

Già hanno circolato sul web le immagini di Ibra ricoperto di sangue sull’arcata sopraccigliare, come conseguenza del colpo violento subito da Medel. Ma chi conosce lo svedese sa bene come siano bazzecole per uno come lui, abituato agli scontri ed ai colpi proibiti. Ibrahimovic è rientrato subito in campo e ha persino sfiorato il gol di testa nei minuti successivi.

Come scrive Gazzetta.it però negli spogliatoi si è scoperta la reale entità del danno subito. Ad Ibrahimovic sono stati applicati ben quattro punti di sutura, precisamente sopra l’occhio sinistro. Non certo una botta da poco dunque, ma Ibra per amore del Milan e della competizione ha resistito nonostante il taglio profondo.

Se Medel è andato direttamente k.o. ed avrà bisogno di ulteriori controlli in queste ore, Ibra invece si è completamente ripreso. Un colpo doloroso e fastidioso, ma non certamente grave: nulla mette a rischio la presenza del numero 11 rossonero per Torino-Milan, posticipo della 32.a giornata di campionato. Un match nel quale mister Pioli potrebbe aumentare il minutaggio del suo leader offensivo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanLive.it (@milanliveit)