Bivio Ibrahimovic: il piano dello svedese è chiaro

Sui giornali si parla del futuro dell’attaccante del Milan, Zlatan Ibrahimović. Lo svedese è davvero di fronte ad un bivio: ecco cosa sta succedendo:

Sono stati circa trenta i minuti giocati lunedì sera da Zlatan Ibrahimovic. Un minutaggio importante per l’attaccante svedese, che da quando è tornato a disposizione è sceso in campo, sia con il Milan che con la Svezia, solamente nei minuti finali.

Ibrahimovic
Ibrahimovic (©LaPresse)

Il calciatore non è riuscito a lasciare il segno come spesso gli è capitato. E’ stata una serata complicata, in cui i difensori del Bologna gli hanno dato tanto filo da torcere. Non è apparso brillante ma ha lasciato il campo da vero gladiatore, con una fasciatura sulla testa, rimediando 4 punti di sutura dopo lo scontro con Medel.

Ibrahimovic – dopo l’eliminazione con la sua Svezia – ha voglia di dare una mano importante al Milan in questo finale di stagione. Ha voglia di tornare a vincere un trofeo, per chiudere definitivamente un ciclo. Per pensare al futuro ci sarà tempo.

Ibra ha bisogno di ricevere risposte dal suo corpo. Ormai convive costantemente con gli acciacchi, che non gli permettono di rendere al massimo ma la fame – come dimostrano le tante ore di lavoro a Milanello – non manca. E’ il primo ad arrivare al centro sportivo di Carnago e l’ultimo ad andar via, dopo allenamenti sul campo e in palestra.

Il futuro di Ibra

Anche stamani, La Gazzetta dello Sport, pone l’attenzione sul futuro di Zlatan Ibrahimović, ormai di fronte ad un bivio. Proseguire un’altra stagione o appendere gli scarpini al chiodo.

Come ampiamente detto, aprile sarà il mese della verità. Sarà il mese che darà le risposte allo stesso calciatore. Il giornale sottolinea come ogni discorso è rimandato al termine della stagione.

Ibra sarebbe pronto a dire basta con il calcio ma solo da vincente. Un successo con i colori rossoneri addosso potrebbe spingerlo a salutare, alzando un trofeo al cielo. Un’idea che lo stuzzica particolarmente. Per lo svedese è già pronto un ruolo da dirigente con il Milan.

L’ipotesi di rinnovo però non può essere scartata. D’altronde il club rossonero si è detto aperto a sedersi attorno ad un tavolo. Le porte sono spalancate e le dichiarazioni di Pioli, così come di Maldini e Gazidis non lasciano dubbi. Chiaramente l’ingaggio di base non sarà più elevatissimo, per Ibrahimovic sarebbe, infatti, pronto uno stipendio da circa tre milioni di euro netti a stagione.