Super investimento da 100 milioni: 4 colpi per un grande Milan

Il Milan già starebbe programmando il mercato estivo, avendo anche stanziato il tesoretto per gli acquisti che serviranno a Pioli.

Il campionato 2021-2022 deve ancora decretare il vincitore. Così come la Coppa Italia, ma il Milan ha già gli occhi sulla prossima stagione, sapendo di dover migliorare il livello tecnico e caratteriale della propria rosa.

milan dirigenti
Lo stato maggiore del Milan (©LaPresse)

Nonostante Stefano Pioli abbia detto a più riprese di essere soddisfatto dei propri effettivi, qualcosa andrà modificato. Partiranno alcuni calciatori importanti (Romagnoli e Kessie in primis), mentre andranno valutate diverse situazioni in uscita.

A livello di acquisti, le idee di Paolo Maldini e compagnia appaiono piuttosto chiare. Secondo il report della Gazzetta dello Sport, la proprietà Elliott Management sarebbe pronta a mettere sul piatto ben 100 milioni di euro come tesoretto da investire sul mercato estivo. Una cifra elevata per far sognare i tifosi e rendere il Milan davvero competitivo su più livelli.

I quattro acquisti già individuati per l’estate 2022

Un budget veramente alto quello che metterà a disposizione Elliott, con il quale Maldini e Massara stanno già lavorando ai prossimi colpacci. Gli obiettivi di mercato sono chiari: un difensore centrale, un centrocampista di quantità e qualità e (almeno) un centravanti.

La Gazzetta conferma anche i nomi di tali obiettivi. Per la difesa tutti gli indizi continuano a portare a Sven Botman. Il Milan è soddisfatto del tandem Kalulu-Tomori, ma per la Champions servirà qualcosa in più. Un centrale mancino, strutturato e giovane come l’olandese del Lille rappresenta la scelta ideale. Serviranno circa 30 milioni per accontentare le richieste del Lille, mentre i dialoghi con gli agenti sono già in fase avanzata.

Sven Botman
Sven Botman (©LaPresse)

Si pescherà da Lille anche per il rinforzo a centrocampo. L’ideale vice-Kessie sembra essere da tempo Renato Sanches, altro obiettivo dichiarato. Scadenza di contratto a giugno 2023, esborso da 25-30 milioni di euro e trattativa non così complicata. Se non fosse per i 6 milioni netti di ingaggio richiesti da Jorge Mendes. Il Milan lavorerà in tal senso per provare a smussare le divergenze.

Renato Sanches (©LaPresse)

Per l’attacco infine il Milan ha già prenotato un colpo a costo zero, che dunque non intaccherà il budget. Ovvero Divock Origi, attaccante classe ’95 che gioca nel Liverpool, ma che ha già deciso di lasciarlo a fine stagione. Un centravanti dinamico e di esperienza, che servirà come il pane al Milan nelle rotazioni e per avere nuove soluzioni tattiche.

Non solo il belga; il possibile addio di Zlatan Ibrahimovic, sempre più prossimo alla fine della luminosa carriera, potrebbe suggerire un altro colpaccio offensivo. Il suo erede è stato individuato in Gianluca Scamacca, talento del Sassuolo e della Nazionale italiana. Costa 35-40 milioni di euro ed i dialoghi tra le parti sono già partiti.

Una rivoluzione offensiva intrigante. La quale potrebbe passare anche da un innesto finale, qualora ve ne fosse la possibilità: Charles De Ketelaere, piedi da trequartista e fisico da prima punta. Talento belga classe 2001, ha stregato gli osservatori del Milan. Il calciatore del Bruges sarebbe un’alternativa perfetta se uno tra Origi e Scamacca dovesse saltare.