Milan, Saelemaekers avvisa Pioli: “Voglio riprendermi il posto”

Saelemaekers commenta il suo momento complicato in rossonero: lo spazio si è ridotto per lui, ma è determinato a riprendersi la maglia da titolare.

Dopo aver fatto bene nella passata stagione, Alexis Saelemaekers era atteso a conferme e miglioramenti. Ma il suo rendimento in questi mesi non si può definire soddisfacente.

Alexis Saelemaekers
Alexis Saelemaekers (©Ansa Foto)

Non è un caso che Stefano Pioli da un po’ di partite gli stia preferendo Junior Messias come esterno destro offensivo titolare. Non che il brasiliano arrivato dal Crotone stia impressionando in questo periodo, però l’allenatore nelle ultime sette giornate di Serie A ha fatto questa scelta.

Il belga deve impegnarsi molto per recuperare il posto che fino a qualche mese fa era suo. Domenica sera c’è un match importante in trasferta contro il Torino e sarà interessante vedere se il mister confermerà nuovamente Messias oppure se ridarà una chance all’ex Anderlecht.

Milan, Saelemaekers e il momento difficile

Saelemaekers in un’intervista concessa a elevensport.be ha avuto modo di commentare il suo periodo non semplice: “Giocare poco non è mai bello, ma possono succedere momenti meno positivi. Pian piano, lavorando duramente, tornerò a giocare di più. Rimango concentrato e fiducioso. Spero che andrà tutto per il meglio e che afferrerò per le mani la prossima occasione. Non ho parlato con Pioli, si tratta di una sua scelta. Io devo accettare la concorrenza e impegnarmi per riconquistare il posto”.

Inevitabile parlare anche del fatto che il Milan è capolista della classifica della Serie A e dunque si sogna lo Scudetto a fine campionato: “Non sentiamo pressioni e dobbiamo continuare su questa strada, con fiducia. Serve dare il 200%, poi vedremo cosa succederà. Sono due anni che il gruppo sta facendo bene e ha riportato il Milan dove merita di essere”.

Saelemaekers ha un buon rapporto con Olivier Giroud, con il quale può parlare in lingua francese: “Quando è arrivato a Milano – racconta – l’ho aiutato a trovare un appartamento. Gli ho fatto anche un po’ da professore di italiano. Porto grande rispetto per lui, la sua carriera e i suoi trofei. E sul lato umano è una persona incredibile. Cerco di apprendere da Olivier, è un modello”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanLive.it (@milanliveit)