Cassano: “Giroud non fa mai una buona partita. Diaz è osceno”

Cassano critica alcuni giocatori rossoneri dopo il pareggio a Torino: Giroud, Diaz e Saelemaekers.

Sicuramente lo 0-0 del Milan contro il Torino ha rappresentato una grossa delusione per l’ambiente rossonero. Dopo il medesimo risultato della scorsa giornata contro il Bologna, ci si aspettava una vittoria. Invece, oltre al pari è arrivata anche la conferma che qualcosa non sta funzionando nel reparto offensivo.

Antonio Cassano
Antonio Cassano (©LaPresse)

Se Olivier Giroud se l’è cavata nel confronto con un difensore molto bravo come Gleison Bremer, a deludere sono stati soprattutto i compagni alle sue spalle. Il trio sulla trequarti non ha offerto una prestazione all’altezza delle aspettative. Nessuno è stato in grado di fare la differenza con un gol oppure con un assist.

Certamente c’è un calo di rendimento da parte di Rafael Leao, che non va in rete dal 25 febbraio. Ma il portoghese ha tirato la “carretta” per diverso tempo e un periodo di flessione può anche essere compreso. Quelli che continuano a deludere sono altri calciatori, in particolare Brahim Diaz e Alexis Saelemaekers. Senza scordare Junior Messias, che da subentrato non ha inciso.

Cassano contro Giroud, Diaz e Saelemaekers

Antonio Cassano in un suo intervento alla Bobo TV ha fornito la sua analisi sul pareggio del Milan a Torino e non ha mancato di prendere di mira alcuni calciatori: “Squadra senza idee, senza gioco e senza qualità. I granata hanno fatto molto meglio, mentre i rossoneri bene in difesa e tanta fatica sulla trequarti. Si avverte l’assenza di Ibrahimovic, Giroud non è la stessa cosa. Giroud ha segnato all’Inter con due ciabattate e al Napoli non sa neanche lui come, non ha mai fatto una buona partita in questa stagione. Fatica molto. Tanti lo esaltano, ma non lo considero un grande giocatore”.

Cassano, dopo aver criticato Giroud, spunta il dito contro altri calciatori rossoneri: “Brahim Diaz inguardabile e osceno, non so che giocatore sia. Saelemaekers inguardabile, con Messias cambia poco. Leao non la prende più, a Torino ha fatto due sgasate e basta. Kessie ormai sta timbrando solo il cartellino. Comunque il Milan sta facendo qualcosa di unico, è ancora in corsa per lo Scudetto e non so se avrà le batterie per arrivare fino alla fine”.

Il Milan è comunque primo in classifica, in attesa anche che l’Inter recuperi la partita di Bologna, e sarebbe sbagliato gettare fango su tutto e tutti a causa degli ultimi risultati negativi. Tuttavia, è normale chiedersi se la dirigenza abbia fatto le scelte giuste in sede di calciomercato per quanto riguarda il ruolo di trequartista (non è stata presa un’alternativa a Diaz) e di esterno destro offensivo.