Milan, Calabria: “Crediamo nello Scudetto. Kalulu? Non sorprende”

Dalla corsa scudetto a Kalulu, passando per l’essere capitano e altri temi: bella intervista di Calabria ai microfoni di Milan TV.

Davide Calabria è uno dei giocatori con più presenze al Milan e lo abbiamo visto più volte indossare la fascia da capitano. È cresciuto nel settore giovanile ed è un fedelissimo di Stefano Pioli, che lo considera un titolare inamovibile.

Davide Calabria
Davide Calabria (©LaPresse)

Intervistato da Milan TV, il terzino bresciano ha parlato innanzitutto del rendimento della squadra nelle ultime stagioni e poi del sogno Scudetto: “Ormai abbiamo continuità di risultati da prima di questa stagione. Lavoriamo tanto, ci conosciamo sempre di più e abbiamo tante opzioni in campo. Siamo contenti dei risultati, è un percorso che stiamo facendo e ci stiamo mettendo tutto. Siamo consapevoli del potenziale che abbiamo e crediamo che possiamo arrivare fino alla fine lassù. Ci sono squadre anche più preparate forse, però ci crediamo”.

Calabria viene interpellato anche sulle difficoltà della squadra ad andare in gol: “Per segnare serve tirare il più possibile. Forse ci sta mancando questa cosa ultimamente. Dobbiamo cercare di più il tiro, anche perché abbiamo dei tiratori e non dobbiamo limitarci a un giro palla che poi magari fa svanire l’azione. Io? Anche se sono un terzino, mi piace andare in avanti e avere l’occasione di provare a fare gol”.

Venerdì il Milan affronta il Genoa a San Siro, ma all’andata a Genova ci fu un 3-0 con gol anche dello stesso Davide: “Non dovevo neanche giocare. Il mister all’ultimo mi ha messo ed è andata bene. Ci sono periodi di alti e bassi in campionato, però dobbiamo sempre avere fiducia”.

Inevitabile parlare pure della fascia da capitano e di cosa significhi per lui indossarla: “Ti dà energia, carica e responsabilità. È qualcosa di bello e affascinante farlo in club storico come il Milan. Questa responsabilità ti può dare tanto e sto cercando di ricambiare la fiducia”.

Il numero 2 rossonero spende parole di elogio per Pierre Kalulu, una delle rivelazioni del Milan: “Un ragazzo intelligente, bravo, che lavora. Non sono neanche sorpreso, il potenziale si vedeva quando è arrivato. È giovane e non possiamo pretendere che non sbagli mai, però il potenziale è bello. È un giocatore forte che ci sta aiutando molto, sono contento che stia facendo bene, se lo merita”.