Milan-Sassuolo, asse caldissimo: tre nel mirino, pronte le contropartite

Arrivano importanti indiscrezioni da La Gazzetta dello Sport. Il Milan è pronto a trattare col Sassuolo per tre giocatori. Pronte le contropartite!

La Gazzetta dello Sport dedica un bel paragrafo al mercato del Milan. La rosea ha prima in realtà fatto un focus dettagliato sulla condizione di Zlatan Ibrahimovic. È risaputo che lo svedese starà fuori dai giochi per circa dieci giorni, e appare ormai inevitabile un suo ritiro dal calcio giocato.

Sassuolo
Sassuolo (©LaPresse)

Il Milan, da tempo, non ha più delle garanzie da parte del gigante di Malmoe, che nonostante l’estrema volontà sembra sarà costretto dal suo stesso fisico a ritirarsi. Ormai, i 40 anni pesano come zavorre, e Ibrahimovic dovrà cercare di dare il suo meglio in questo sprint scudetto di fine stagione. Una mera consolazione, ma che potrebbe ripagarlo in termini di stima e soddisfazioni.

Il Milan è già proiettato alla prossima stagione. Si cerca il sostituto ideale di Re Zlatan, un profilo giovane o meno giovane, ma che possa garantire grandi gol e prestazioni alla squadra. Un profilo offensivo di riferimento. Come sottolinea la rosea, Divock Origi è vicinissimo ma non c’è ancora intesa totale.

Maldini ha tutta l’intenzione di tentare l’assalto per Gianluca Scamacca. In edicola oggi, la Gazzetta dello Sport è tornata a parlare del famoso incontro tra la dirigenza milanista e Giovanni Carnevali, AD del Sassuolo. Di seguito tutti i dettagli.

Non solo Scamacca, piace il trequartista neroverde

La rosea ha raccontato stamane che Milan e Sassuolo si incontreranno dopo Pasqua per discutere principalmente la situazione di Gianluca Scamacca. Paolo Maldini stravede per il centravanti azzurro, che nonostante le sirene inglesi ha già espresso preferenza di rimanere in Italia. Prima di affondare per Origi, il Diavolo vuole vederci chiaro su Scamacca e capire la fattibilità dell’affare.

Paolo Maldini potrebbe optare per l’inserimento di una contropartita tecnica per arrivare al classe 1999. La rosea fa dei nomi ben precisi. Potrebbe essere Lorenzo Colombo la pedina scambio. Attualmente alla SPAL, Lollo piace da tempo al Sassuolo. Ma tra le possibili contropartite rientrano anche lo stesso figliol prodigo Daniel Maldini, Marco Nasti (Primavera Rossonera) e Marco Brescianini (prestito al Monza).

Il Milan è quindi pronto a fare sul serio, mettendo sul piatto alcuni dei suoi migliori talenti in erba. L’obiettivo è quello di far abbassare notevolmente il costo del cartellino di Scamacca, che dopo aver rinnovato sino al 2026 pare avere un valore di circa 40 milioni di euro. Ma attenzione, perchè le contropartite potrebbero servire a fare affari per un altro neroverde.

Pare che l’ultimo nome entrato nei radar rossoneri sia quello di Hamed Traoré, il trequartista classe 2000 che potrebbe fare estremamente comodo ai rossoneri. Traoré è un mix di talento e giovinezza che tanto fa gola al Milan. Anche il suo cartellino però non verrà certo regalato. Si parla di una valutazione di circa 25 milioni di euro. Riuscirà Maldini a trovare un buon compromesso grazie all’inserimento delle sue contropartite?

Hysaj
Hysaj e Traore

È chiaro che prima lo staff del Sassuolo dovrebbe valutare e ritenere consoni al progetto i giocatori proposti.

Ma il Milan è pronto a farsi sentire. Dopo Pasqua sono attese novità fondamentali. Per quanto riguarda Berardi, invece, l’interesse sembra sia sia affievolito, dato che la richiesta di 30 milioni di euro è stata giudicata non consona al rapporto tra età e qualità del giocatore. Ma chissà che il Sassuolo non sia deciso a trattare.