Sesto, il sindaco mette pressione a Milan e Inter: “Basta anche un solo club”

Sesto San Giovanni pronto ad accogliere il nuovo stadio: però il sindaco mette un po’ di fretta ai club, che devono decidere tra non molto.

Milan e Inter hanno ancora come priorità la realizzazione del nuovo impianto sportivo in zona San Siro, però valutano anche altre opzioni. Non si aspettavano che le tempistiche a Milano fosse così lunghe. E adesso c’è anche il dibattito pubblico da dover affrontare.

Nuovo stadio San Siro
Nuovo Stadio Milan-Inter – Progetto Populous

I club vogliono assolutamente costruire un nuovo stadio, ritenuto fondamentale per poter pensare di competere con le big del calcio europeo. Il 2022 è un anno decisivo. Se dovessero saltare i piani per realizzare tutto nell’area dove oggi sorge il Giuseppe Meazza, allora le squadre migreranno fuori città.

Sesto San Giovanni è l’alternativa più quotata. Si tratta di un comune raggiungibile agevolmente con la metropolitana e che ha tanto spazio nell’area ex Falck. Il sindaco Roberto Di Stefano ha più volte dichiarato di essere pronto ad ospitare l’impianto delle due società calcistiche.

Nuovo Stadio Milan-Inter: Di Stefano avvisa i club

Di Stefano nell’ultimo intervento effettuato sull’argomento è stato nuovamente molto chiaro nell’esprimere la sua posizione: “Abbiamo dato la nostra disponibilità come Comune – ha detto a Sportitalia – e il PGT permette di costruire lo stadio nelle aree con i servizi collegati come attività commerciali e alberghiere. La proprietà delle aree è aperta a parlare con i club. Sono Milan e Inter a dover decidere. In passato Sesto San Giovanni veniva usata per mettere pressione al Comune di Milano, ora siamo a un bivio. O le squadre restano a Milano con tempi incerti oppure scelgono Sesto”.

Il sindaco del comune milanese spiega perché Milan e Inter si trovino a un bivio e non possano tardare troppo nell’effettuare una scelta: “L’area è in trasformazione, molte cantierizzazioni sono partite e tutta la visione strategica o si disegna adesso comprendendo pure lo stadio oppure il treno passa e non ci saranno altre chance”.

Il primo cittadino di Sesto San Giovanni spiega che non ci sono stati contatti diretti con i club e che c’è tutto lo spazio necessario nel suo comune per ospitare l’impianto sportivo: “Non ci siamo ancora visti formalmente. Non è stato depositato alcun progetto. Quello presentato a Milano è di circa 150 mila metri quadrati di superficie, noi abbiamo 1 milione e 200 mila metri quadrati liberi”.

Di Stefano viene interpellato anche sulla possibilità di ospitare una sola tra Milan e Inter: “Basta anche un solo club. Così risolveremmo il problema di Milano che avrebbe ancora una squadra a San Siro. Noi siamo a disposizione la possibilità di trasferire il progetto stadio se le due società o anche una sola non dovessero trovare l’accordo su San Siro. Gli scenari sono tanti”.