Rifiuta tre offerte, accordo con il Milan | C’è un ultimo intoppo

Un giocatore sembra deciso a firmare per il club rossonero: ha respinto altre tre proposte che gli sono arrivate in queste settimane.

Il Milan vuole anticipare qualche operazione di calciomercato in vista della prossima stagione. È possibile che prima della fine del campionato vengano già definiti almeno un paio di colpi.

Paolo Maldini
Paolo Maldini (©Ansa Foto)

Una trattativa in stato avanzato è quella che riguarda l’ingaggio di Divock Origi. L’attaccante belga ha un contratto in scadenza a giugno 2022 e può arrivare a parametro zero. Non vuole rimanere a Liverpool, dove ormai è una riserva e lo spazio è limitato.

Per età, esperienza e qualità potrebbe rappresentare un ottimo innesto per il reparto offensivo di Stefano Pioli. Vero che non è esattamente un bomber, la sua migliore stagione è stata la 2016/2017 con 11 gol totali segnati, però ha caratteristiche che possono essere funzionali al gioco della squadra rossonera.

Origi al Milan: no a tre proposte, l’attaccante ha deciso

Il giornalista Nicolò Schira conferma che ci sarebbe già l’accordo per il trasferimento di Origi al Milan: contratto di quattro anni con stipendio da 3,5 milioni di euro netti a stagione. L’ex Lille ha rifiutato le offerte di Newcastle United, Crystal Palace e Bayer Leverkusen. Vuole vestire la maglia rossonera.

La Gazzetta dello Sport, che conferma l’importo dell’ingaggio ma aggiunge che ci sono dei bonus che possono far salire l’importo fino a 4 milioni, spiega due dettagli importanti. Innanzitutto che il Milan può sfruttare il Decreto Crescita per ridurre le tasse da pagare. Il costo lordo del compenso a Origi sarebbe di circa 5,5 milioni.

Divock Origi
Divock Origi (©Ansa Foto)

In secondo luogo, va ricordato che nel contratto tra il calciatore e il Liverpool è presente una clausola che prevede il prolungamento unilaterale di un anno al verificarsi di determinate condizioni. Se dovesse scattare questo rinnovo, per il club rossonero sarebbe un grosso intoppo perché non potrebbe più prendere il belga a parametro zero ma dovrebbe corrispondere ai Reds una somma per l’acquisto del cartellino.

Considerando che Origi è una riserva e ha un minutaggio davvero limitato, è possibile che quella clausola non scatti. Ma bisogna attendere il prosieguo della stagione per capire cosa succederà. Il Milan, comunque, è fiducioso e si è portato avanti con l’entourage sbaragliando la concorrenza.