Investcorp, il piano per accontentare Elliott e fare grande il Milan

La trovata del fondo del Bahrein che potrebbe mettere tutti d’accordo ed accelerare il passaggio di proprietà del club rossonero.

Trattativa in esclusiva per due settimane. Questo ciò che il fondo Investcorp ha ottenuto per provare ad acquisire le quote di maggioranza del Milan e prendere in mano il club rossonero.

Scaroni e Gazidis
Paolo Scaroni e ivan Gazidis (©Ansa Foto)

In questi giorni il fondo originario del Bahrein sta dialogando con Elliott Management Corporation, ovvero la società che dall’estate 2018 ha in pugno la gestione del Milan. Contatti proficui e sempre più concreti per arrivare a dama.

Intanto la Gazzetta dello Sport questa mattina ha fatto il punto della situazione, spiegando come il progetto di Investcorp sia stato già pianificato ed anche esplicato agli attuali proprietari. L’intenzione è quella di dare continuità all’ottimo lavoro sportivo-finanziario degli ultimi anni, provando però a fare un upgrade su obiettivi ed investimenti.

La novità: Elliott può restare come socio di minoranza

Da giorni si vocifera di un investimento da 1,1 miliardi di euro per l’acquisizione dell’intero pacchetto AC Milan. Ma secondo il noto quotidiano sportivo si starebbe aprendo un nuovo scenario, di cui finora non si era parlato.

Un piano articolato che però potrebbe inizialmente mettere d’accordo tutti e creare benefici immediati all’area tecnico-sportiva del Milan. L’idea di Investcorp è di spendere un miliardo tondo tondo per acquisire “solo” il 90% del club, non oltre.

La novità riguarda la partecipazione di Elliott e della famiglia Singer alla gestione del Milan anche nel prossimo futuro. Il fondo anglo-americano resterebbe in società come socio di minoranza, con il 10% delle quote. Investcorp avrebbe ovviamente il comando delle operazioni, ma terrebbe stretti i rapporti con la vecchia proprietà anche per un passaggio di consegne più graduale.

Elliott potrebbe trarre beneficio da questa ipotesi. Il suo 10% nei prossimi anni potrebbe aumentare di valore sul mercato finanziario e sarebbe intrigante venderlo tra 1-2 anni a cifre superiori rispetto ai 100 milioni di euro previsti attualmente. Inoltre gli arabi risparmierebbero qualcosina nell’investimento iniziale.

Inoltre, con il suddetto risparmio sull’acquisizione delle quote, Investcorp potrebbe immettere maggiore liquidità nelle casse per il calciomercato estivo 2022. Qualche decina di milioni in più (da riprendersi poi con la futura cessione del 10%) a disposizione di Maldini e Massara, dirigenti operativi che dovrebbero essere confermati nei rispettivi ruoli. Un’intuizione molto intrigante, attuata per il bene immediato del Milan e la crescita di una squadra che già rappresenta un esempio virtuoso nel mondo del calcio.