Milan, incontro per l’attaccante: 4 contropartite sul piatto

Confermato l’incontro tra le due società per approfondire alcuni discorsi di mercato, soprattutto nel reparto offensivo.

Il Milan non si ferma. Nonostante il rush finale in campionato per il titolo e le notizie sul possibile passaggio di proprietà in vista, il club continua a lavorare per i piani futuri.

Milan sassuolo
Milan vs. Sassuolo (©Ansa Foto)

Ecco perché alcuni incontri in chiave mercato, programmati già da tempo, dovrebbero comunque andare in scena. Chi si aspettava uno stop immediato delle trattative e delle strategie sbagliava di grosso. Paolo Maldini e compagnia hanno ricevuto il via libera per portare avanti diversi affari.

In tal senso si legge l’incontro confermato e previsto per i prossimi giorni tra la dirigenza del Milan e quella del Sassuolo. Un meeting programmato da tempo che dovrebbe riguardare alcuni elementi del club neroverde che sono finiti sul taccuino milanista per la prossima stagione.

Milan-Sassuolo, incontro confermato: ecco di cosa si parlerà

Non è un mistero che alla squadra di Stefano Pioli piacciano diversi calciatori dell’attuale rosa del Sassuolo. Ma se l’ipotesi Domenico Berardi al momento intriga ma non verrà approfondita, il Milan dovrebbe invece dialogare a breve sul destino di un giovane attaccante seguito ormai da tempo.

Gianluca Scamacca, bomber romano classe ’99, sarà l’argomento principe della conversazione tra Milan e Sassuolo. L’attaccante piace ai rossoneri fin dai tempi in cui giocava in prestito ad Ascoli, in Serie B. Il suo profilo sarebbe ideale per sostituire l’eventuale addio di Ibrahimovic e trovare un nuovo titolare per il reparto offensivo.

Nonostante l’ingaggio praticamente certo di Origi a costo zero, il Milan sembra voler puntare anche su un nuovo attaccante centrale. Il tutto agevolato possibilmente dai futuri investimenti economici del fondo Investcorp. Intanto nel prossimo incontro Maldini sonderà il terreno in maniera concreta.

Come scrive la Gazzetta dello Sport, il Milan è pronto a mettere sul piatto alcune giovani contropartite tecniche che possano assottigliare le differenze tra domanda e offerta, ma soprattutto intrigare il Sassuolo. Si parla di Lorenzo Colombo, Daniel Maldini, Marco Brescianini e Marco Nasti.

Lorenzo Colombo
Lorenzo Colombo (©LaPresse)

Tutti talenti del vivaio milanista pronti ad essere sacrificati per arrivare a Scamacca. Difficile in realtà che Maldini junior venga lasciato partire così facilmente, mentre gli altri giovani sono tutti virtualmente sul mercato. Al Sassuolo piace in particolare Colombo, classe 2002 che si sta facendo le ossa in prestito alla SPAL.

I rapporti tra Milan e Sassuolo sono molto buoni, ma quella neroverde resta una bottega molto cara. La trattativa per Scamacca potrebbe rivelarsi un buco nell’acqua, ma l’inserimento di alcuni giovani rappresenta una mossa furba dei rossoneri per provare ad aprirsi uno spiraglio.