Lazio-Milan, Pioli: “Tifosi da Scudetto. Ibrahimovic e Rebic ci saranno. Out Bennacer””

Tutte le parole di Stefano Pioli in conferenza stampa alla vigilia di Lazio-Milan, la sfida valida per la 34^ giornata di Serie A. 

Dopo il derby di Coppa Italia perso contro l’Inter, il Milan torna in campo in Serie A per inseguire ancora il sogno Scudetto. Pioli parla in conferenza stampa per presentare il match di domani contro la Lazio di Maurizio Sarri, una sfida molto difficile che si disputerà in uno Stadio Olimpico pieno zeppo di tifosi rossoneri.

Stefano Pioli
Stefano Pioli (©LaPresse)

Di seguito la diretta testuale con tutte le dichiarazioni dell’allenatore del Milan in questa conferenza stampa da Milanello.

Se è importante guardare la classifica

Sì ma non ce n’è bisogno. Siamo consapevoli del corso che stiamo facendo, del momento che stiamo vivendo. Che è il più elettrizzante ed entusiasmante che potremmo vivere. Siamo motivati e concentrati sulla partita di domani“.

Sulla settimana trascorsa dalla squadra e l’esodo dei tifosi a Roma. 

“I nostri tifosi hanno già vinto lo Scudetto. Sono i migliori. Ci coccolano, ci stimolano, ci motivano. Averli così domani in modo così numeroso non può fare altro che darci ulteriore spinta. Adesso non conta come sta la squadra, conta cosa faremo domani e quello che vogliamo fare”.

Sul recupero di Ibrahimovic e Rebic.

“Zlatan è il faro di questa squadra. E’ indomabile. Partirà con noi, sta bene anche Ante. Siamo pronti per domani”.

Novità sul cambio di proprietà.

“Siamo di fronte ad un momento importante del campionato e con una società molto vicina e solida. Sul futuro non dovete chiedere a me.

Non si giocherà in contemporanea: occasione persa? 

“Se le cose staranno ancora così in equilibrio, secondo me era giusto giocare le ultime due in contemporanea”.

Sulle condizioni di Rebic.

“Ante soffre di una tendinite cronica al ginocchio che ogni tanto si sveglia. Per fortuna sono stati sufficienti due giorni di cure per averlo a disposizione, è pronto per dare il suo contributo”.

Se torti e favori si riequilibrano a fine campionato, cosa deve succedere nelle ultime cinque partite?

“Deve succedere qualcosa che fino ad oggi non è ancora successa”

L’importanza di tornare subito in campo.

“Molto importante. Ci siamo preparati bene per mettere in campo una prestazione importante. Non è importante se siamo delusi o se ci siamo ripresi. La cosa importante è la partita di domani e ci siamo preparati per vincerla”.

Se è un fattore importante il fatto di giocare in trasferta.

“Non credo che in questo momento possa fare differenza in casa o fuori. La differenza è la mentalità della squadra, la determinazione di giocare pallone su pallone”.

Su Kessie confermato trequartista per limitare Milinkovic.

“Su Milinkovic abbiamo sempre lavorato con un centrocampista con determinate caratteristiche e potremmo farlo anche domani”.

Se il derby perso può influenzare questo match.

“Perdere il derby ci ha deluso e non ci ha fatto bene ma quella è un’altra competizione e questo non può influenzare la classifica del campionato. Non siamo stati bravi negli episodi decisivi della partita. Cercheremo di fare meglio domani”.

Se Castillejo può diventare un elemento importante. 

“Ha avuto qualche problemino fisico, adesso sta meglio quindi è disponibile anche lui”.

Sulla crescita di Bennacer.

“E’ in grande crescita, può ancora migliorare in tutte e due le fasi di gioco. Lui sta lavorando per diventare sempre migliore con volontà e disponibilità. Non sarà disponibile per domani perché nel derbty ha avuto una distorsione e non ha recuperato”.

Che avversario è la Lazio.

“Un avversario di qualità, ben messo in campo che cerca la profondità con il palleggio. Un allenatore molto preparato con difficoltà da superare”.

Sull’emozione che sta provando in questo momento.

“Sì, è normale, deve essere così. L’anno scorso non sapevamo se saremmo arrivati in Champions, adesso possiamo vincere lo Scudetto. In tutti noi c’è un’emozione diversa, quella voglia che ti permette di andare oltre i limiti. Stiamo vivendo un momento molto emozionando sapendo che bisogna avere sempre il cuore caldo e la mente molto fredda”.

IN AGGIORNAMENTO