De Laurentiis striglia il Napoli: “Spendiamo 40 milioni più del Milan…”

De Laurentiis è molto deluso dal suo Napoli: il patron azzurro evidenzia anche che il suo club spende più del Milan.

Il campionato del Napoli non ha preso la piega che Aurelio De Laurentiis si aspettava. La squadra è stata in lotta per lo Scudetto, ma nelle ultime tre giornate ha perso punti che ormai l’hanno estromessa dalla corsa.

Aurelio De Laurentiis
Aurelio De Laurentiis (©Ansa Foto)

Se la sconfitta contro la Fiorentina e il pareggio contro la Roma sono risultati che alla fine ci possono pure stare, visto il valore degli avversari, è sicuramente più difficile digerire il recente KO a Empoli. I toscani non vincevano da dicembre, proprio contro il Napoli, e sono riusciti a conquistare 3 punti ribaltando un match che fino all’80’ stavano perdendo 0-2.

In attesa che l’Inter recuperi stasera la partita contro il Bologna allo stadio Renato Dall’Ara, la squadra di Luciano Spalletti si trova a 7 punti della capolista Milan. Mancano quattro turni alla fine della Serie A 2021/2022, pertanto immaginare una rimonta è difficile.

De Laurentiis deluso dal Napoli: fa un paragone col Milan

De Laurentiis in un’intervista concessa a Sky Sport non ha nascosto un po’ di amarezza per gli ultimi risultati del Napoli: “Ho fatto un discorso distensivo e ribadito la mia fiducia allo staff tecnico e a quello medico. Ho detto che dobbiamo correre, perché vedo squadre più brillanti e preparate di noi quando le affrontiamo e non è accettabile. Il Milan spende 96 milioni di stipendi e noi 136… ”.

Il patron del club campano si aspetta una reazione dalla squadra nelle prossime partite di campionato. C’è anche l’obiettivo di non farsi superare dalla Juventus, arrivata a -1. Sabato i ragazzi di Spalletti affrontano il Sassuolo allo stadio Diego Armando Maradona e vogliono tornare a vincere per consolidare la posizione e la qualificazione alla prossima Champions League.

A fine stagione De Laurentiis dovrà parlare con l’allenatore e col direttore sportivo Cristiano Giuntoli per individuare i giusti rinforzi da prendere e scegliere anche su quali giocatori dell’attuale organico puntare e quali invece cedere. Un innesto importante è già stato bloccato: Khvicha Kvaratskhelia, 21enne esterno offensivo georgiano del Rubin Kazan.