Lo sconto non basta: il Milan non è convinto

Il Milan sembra aver preso una decisione per quanto riguarda un giocatore dal futuro ancora tutto da decifrare, precedentemente vicino.

Tante le questioni ancora da discutere in casa Milan in vista del prossimo futuro. Non solo dal punto di vista societario, con un passaggio di proprietà che sembra sempre più vicino.

esultanza Milan
L’esultanza del Milan (©LaPresse)

Ma anche a livello tecnico-sportivo, la dirigenza milanista dovrà prendere presto delle decisioni. Tutto rimandato a fine stagione, dopo il rush per lo Scudetto ed il plausibile closing con il fondo arabo Investcorp.

Non solo acquisti o cessioni. Nel futuro del Milan andranno valutate anche le situazioni dei calciatori attualmente in prestito, ovvero coloro che sono di proprietà di altri club ma che potrebbero restare (o meno) anche in futuro nella rosa di Stefano Pioli.

Il Milan preferisce risparmiare 5 milioni

Uno dei calciatori su cui il Milan sta facendo delle riflessioni in tal senso è arrivato in prestito la scorsa estate. Verso il finale della sessione 2021, fu un acquisto a sorpresa dell’ultima ora, un’intuizione di Maldini e Massara che ha lasciato interdetti molti tifosi.

Si tratta di Junior Messias, il brasiliano preso dal Crotone a titolo temporaneo ad agosto scorso. L’esterno destro offensivo è stato pagato 2,6 milioni per il prestito oneroso, con il Milan che si è riservato un diritto (non obbligo) di riscatto a 5,4 milioni di euro. Dunque un’operazione da 7 milioni complessivi, conveniente ma anche rischiosa vista l’inesperienza di Messias ad alti livelli.

Altalenante la stagione del classe ’91, che ha mostrato un’ottima tecnica di base e soprattutto un buonissimo spirito di sacrificio. Messias ha peccato un po’ troppo in continuità, difetto tipico per diversi calciatori della trequarti rossonera in questa stessa stagione.

Junior Messias
Junior Messias (©LaPresse)

Secondo gli aggiornamenti della Gazzetta dello Sport, Messias sembra essere sempre più vicino all’addio a fine stagione. Pare che nei piani futuri del club non vi sia la permanenza del brasiliano, il quale verrà ringraziato per l’impegno profuso ma rispedito al mittente. Il Milan risparmierà così circa 5 milioni di spesa.

Nonostante la retrocessione del Crotone in Serie C1, fatto che avrebbe potuto agevolare la cessione di Messias a titolo definitivo, i rossoneri sembrano volersi tirare indietro. L’idea è quella di virare su un esterno offensivo di maggior classe e spessore, investendo in questo reparto grazie ai nuovi esborsi della proprietà araba.

Per Messias però si spalancheranno le porte su altre avventure a buon livello. Già lo scorso anno il Torino e l’Udinese avevano tentato di ingaggiarlo prima dell’arrivo del Milan. Ultimamente si è anche vociferato dell’ipotesi Monza, con Adriano Galliani pronto ad acquistare Messias come primo colpo in caso di promozione in A.